Archivi tag: Sanremo

Sara Tommasi:”Ritorno con due brani musicali e….mi sposo”

Sara Tommasi torna alla ribalta e questa volta cavalcando l’onda della musica. Ben due progetti musicali: uno portato a termine con il duo “Luci da Labbra”, con la collaborazione del trapper Sciarra, con i quali è stato inciso il brano “Vis a vis”, mentre il secondo progetto andato in porto è stata la realizzazione di un brano contro le violenze sulle donne.

Il 2020 è stato un anno difficile, pesante, ma la showgirl Sara Tommasi non si è lasciata andare, ma ha trovato lo spunto per dare energia al suo pubblico con queste due canzoni a cui seguiranno i relativi video.

Oggi intervistiamo Sara, che ci ha promesso di darci, forse, delle new su un certo matrimonio…Virtuale o reale?

Sara, sta per finire un anno disastroso, pesante in tutti i sensi, ma tu sei riuscita a trovare l’energia per incidere il brano “Vis a Vis”?

Nonostante il brutto anno ho voluto portare un po’ di positività alla gente ed incidere questo brano. Penso sia importante non lasciarsi andare in certi periodi, ma trovare l’energia per andare avanti.

La canzone è prodotta dai “Luci da Labbra”. Fra poco uscirà anche il video. Com’è nato questo progetto?

“Ho conosciuto i Luci da Labbra, casualmente, ascoltando la radio. Poi il mio manager mi ha organizzato un incontro presso il loro studio ed ecco arrivare il brano Vis a vis“,

Prima di Natale uscirà il video di “Vis a Vis” ci puoi anticipare qualcosa?

Il video è stato girato a Sanremo, davanti al teatro Ariston, davanti al casinò di Sanremo e al Grand Hotel Des Anglais. Nel video appaio vestita da sposa, ma non vi anticipo nulla. Sarà una sorpresa.

Ultimamente hai anche inciso un altro brano, per sensibilizzare il pubblico sulle violenze alle donne. Possiamo sapere il titolo e di cosa parla?

Si, il nuovo brano s’intitola “Impara ad amarti”, è un brano di musica leggera e parla della storia di tre donne che hanno avuto dipendenza chi dalla droga, chi dal sesso, e chi ha conosciuto la violenza del proprio marito. Il brano insegna ad amarsi, a non lascirsi cadere a terra e spinge le donne a denunciare queste negatività.

Quest’anno ti sei data al canto. Hai in programma un album?

Beh…preciso che devo perfezionarmi molto e studiare ancora tanto, però è un ambiente dove mi ci sono trovata molto bene. Il primo brano è stato un qualcosa di più facile, mentre “Impara ad amarti” è stato un po’ più strutturato. Mi sono trovata bene e non escludo un progetto del genere, cioè un album intero.

Un tuo ritorno in televisione?

Si, sto aspettando la proposta giusta ed il giusto contesto. Sono sempre pronta.

Cos’è l’amore per Sara Tommasi?

L’amore per Sara Tommasi ha un nome, si chiama Antonio Orso, un ragazzo fantastico. L’ho conosciuto professionalmente e poi mi sono innamorata pazzamente di lui. Ora stiamo pensando alle nozze.

Grazie Sara per la tua disponibilità. Un abbraccio da tutti noi e un saluto da tutti i tuoi fan.

Grazie Claudio per questa deliziosa intervista e un saluto caloroso a tutti.

Raccagni contro Massimo Giletti – Il brano Rap

Giletti invita all’Arena un giovane delinquentello che si proclama cantante trapper, dandogli cosi una pubblicità mediatica, scatenandomi il nervoso

Non bastava aver portato sull’altare della musica italiana Achille Lauro, presentandolo a Sanremo 2018 con il suo pezzo cocainomane Roll Royce. Non è bastato rincorrere e pubblicizzare il rapper Sfera Ebbasta, con le sue canzoni da scopatore, con le sue esibizioni dove mostra il cazzo. Non è bastato nemmeno arrivare al culmine presentando a Sanremo Junior Cally, dopo aver pubblicamente descritto i suoi testi violenti ed il suo essere delinquente. Non è bastato, no…..perchè il culmine si è verificato a “Non è l’Arena” di Massimo Giletti, dove il presentatore ha presentato, quasi in modo soddisfatto l’autodefinitosi trapper: Jordan Jeffrey Baby.

Il giovane nessuno incontra cosi, per la prima volta, il palco televisivo, la fama nazionale, grazie all’ospitata di Giletti.

Un’ospitata che non mi è piaciuta e alla quale rispondo con una provocazione….la mia canzone rap.

Ma cosa mi ha fatto infuriare?

L’esaltare la delinquenza al punto da farne spettacolo, spingendo indirettamente i giovani a seguirne l’esempio. Fare diventare protagonista un “nessuno”.

“Potevo lasciar passare che un tipo come Achille Lauro fosse presentato al Festival di sanremo 2018 con un testo che tutti giudicavano ineggiante alla droga, ma quando ho iniziato a vedere che col tempo si è continuato a rincorrere l’auditel promuovendo e facendo grandi sul web dei delinquentelli capaci di far nulla…allora no.

Jordan Jeffrey Baby ha fatto cose da nascondere alla televisione, se farla vedere vuol dire pubblicizzare il ragazzo. Saltare sopra un’auto dei Carabinieri è un oltraggio a chi fa rispettare la legge e sputagli contro esalta la violenza contro le forze dell’ordine.

Si chiama in studio il ragazzo e lo si presenta come ospite cantante, per poi far vedere che urina anche sui verbali della Polizia.

Ma si, portiamo in televisione la merda umana. Potevo aspettarmi di tutto dalla televisione trash italiana, ma non che una trasmissione come “Non è l’Arena” ed un presentatore come Massimo Giletti, che reputo un grande fra i grandi, potesse fare un errore del genere.

E’ un errore grave. Succede a tutti di fare degli errori e questa volta credo che Massimo Giletti abbia fatto un grande sbaglio.

Beh, allora adesso chiedo di essere invitato come star della televisione e presento io un bel brano top rap. Mi rivolgo direttamente alla Rai, a Mediaset, alle reti private di alto livello. Io ora sono un cantante e ve le suono.”

Bene…ops…raga mi sto trasformando….minchia oh…arrivo io. Mi fa troppo sangue

Minchia raga ho fatto un.pezzo trap che s-trap-pa la musica. Vai di lemo.

Ehi raga….iooooo

“T’inchiodo al muro”

Bella la tua figa, raga

mandala da me

tanto è tutta tette

la dá pure a me.

Oggi faccio un salto

alla brico con la ex

la spingo contro il muro

la sego in due per me

Minchia raga…mi fa troppo fuoco

Fumo tanto ed ho il cervello arrosto.

È come quando me lo sparavo a mano

e tutte quante a dire…

…”Dai che te lo succhio piano”

Sono andato in chiesa

per scappare dalla Pola,

ho trovato la suorina

me la son fatta dietro l’aiuola

Lei muta come un pesce

ma il pesce l ha voluto

e porco…..

io sono venuto.

Io sono uno

che si mette un proiettile nel culo

e se ti scoreggio, ti giuro,

ci vado giù duro.

Io sono Luca

ma non sono lo stesso.

non sono Barbarossa,

ma canto lo stesso

Minchia raga…mi fa troppo fuoco

Fumo tanto ed ho il cervello arrosto.

Da Giletti vado e non sto muto

e con il grano mi ci faccio un buco.

Ti fa brivido cantare con me?

Cazzi tua..mi ci hai voluto te.

Io adesso scopo…spendo…e rigo

e se mi sparli me ne frego

Resto dove mi ci hai portato

sull’altare dei media

dove ci ho sborrato

Ora sono sul palco

e posso fare il duro

e come con la mia ex

ora vi inchiodo al muro.

Tieeeeeeeeee

(Testo di Claudio Raccagni)

Intervista all’attrice e conduttrice Anna Falchi, presto a teatro

Anna Falchi, impegnata attualmente nel programma “Andar per cantine” di Ischia, ci racconta il suo vivere la bellezza di quel territorio, i suoi semplici selfie, il ritorno a teatro ed il parlarsi allo specchio…semplicemente.

Anna, sei stata la madrina alla presentazione della decima edizione “Andar per Cantine”, la manifestazione che racconta il rapporto ultrasecolare dell’isola di Ischia con il vino. Manifestazione che si svolge dal 10 al 20 settembre 2017. Ti piace presenziare a queste manifestazioni sul territorio?

Sono molto felice di partecipare ad iniziative legate all’isola di Ischia, che è una delle mie mete preferite da almeno vent’anni. Per la seconda volta “testimonial” di questa iniziativa ,ho accolto con entusiasmo questa riconferma.

Ho visitato tante cantine ed ho scoperto luoghi incantevoli davvero! Si assaporano gusti e profumi che esaltano la terra e la storia di queste cantine, scavate a mano nella roccia 200/300 anni fa. Panorami incredibili e location accoglienti.

Le persone che ti accolgono con calore e generosità, pronte a raccontarti la storia, le tecniche antiche e moderne nel fare le vendemmie e gustare quindi il nettare di tanto lavoro! Un’ esperienza unica e incredibile che non mi resta che consigliare a tutti. Italiani e stranieri

Ischia e’ un territorio ferito, a causa del sisma di poco tempo fa. “Andar per cantine” e’ una cordata di energia per il territorio?

Di comune accordo, abbiamo deciso infatti di presentare l’evento a ridosso della tragedia proprio per dare un segno di positività, di coraggio e voglia di sostenere l’isola, il turismo (danneggiato gravemente dai media) e stare vicino alle persone che vivono nell’isola e dell’isola.

Bisogna continuare a parlarne per non dimenticare e ricordare che Ischia non è solo mare, sole, terme, ma anche tanto altro. Un bel viaggio enogastronomico per esempio è una bella alternativa anche in periodi alternativi alla stagione estiva.

Ti abbiamo vista in relax, passeggiare nella natura, in riva al mare o a goderti un bel bagno nelle acque fresche. Immagini che hai postato nei tuoi social.
In una di queste foto, che poi ha suscitato il nostro interesse per fare una recensione, quasi fosse un’opera d’arte, sei serena, con il viso rivolto al cielo e i raggi solari che ti illuminano il viso. Una foto semplice, che sottolinea pero’ il tuo essere portata al mondo della fotografia. Ti piace fare la fotomodella?

Nell’epoca dei social mi diverte posare per me stessa (selfie) e condividere con i miei sostenitori le bellezze dell’Italia che continuano ad emozionarmi e sorprendermi.

Hai in programma qualche evento pubblico o lavoro televisivo?

Tornerò spesso a Ischia e il 26 ottobre, con Gianni Ferreri, debutteremo al Teatro Augusteo di Napoli con un omaggio al grande Toto’ con la commedia LA BANDA DEGLI ONESTI, e poi  tante altre iniziative in Campania.

Hai condotto assieme al make-up artist Ciro Florio “Wedding Fashion World 2”; come hai vissuto la sfida delle coppie che partecipavano? E’ stato divertente o in effetti c’era un po’ d’imbarazzo?

Mi sono molto divertita. Grazie al gruppo di lavoro della Big Bang Production, che sono giovani, professionali ed entusiasti ed anche le coppie che hanno partecipato sono state adorabili e complici delle nostre sfide.



Torneresti sul palco principale del Festival di Sanremo come coconduttrice?

Certo figurati. Chi non vorrebbe. Resta una delle più belle esperienze lavorative della mia carriera.


Ha fatto discutere, molti hanno detto in modo inutile, la nuova pubblicita’ del Buondi’ Motta, dove sia la madre sia il padre di una bambina vengono uccisi dalla caduta di due asteroidi. Hai visto la pubblicita’? Cosa pensi?

Non ci avevo fatto nemmeno caso, ma i media e le coscienze si sono mobilitati e penso che la pubblicità non è che debba essere per forza educativa o poltically correct .

E comunque sia w w w il Buondì Motta, così buona che mi riporta alla mia infanzia!!

Guardandoti dentro, coccolandoti da sola, qual’e’ il regalo che ti faresti ora?

Mi piacerebbe fare una settimana in un beauty farm per una remise en forme… dopo tutto il vino bevuto e le leccornie di Andar per Cantine…Capisci a me??? (Ride N.d.r.)

Stai camminando per strada e passi davanti a uno specchio. Ti accorgi che sei riflessa, ti giri, ti guardi e vedi che nel riflesso sei tu bambina. Quella bambina ti sorride e dopo tanto tempo ti parla….cosa ti dice?

Era più facile essere figlia che mamma no?

Grazie Anna per la tua disponibilita’ e cogliamo l’occasione per portarti l’abbraccio di tutti i tuoi fan.

Un bacio e a presto – Anna Falchi