Archivi tag: Ilona Staller

Ilona Staller:”Adesso basta, mi deve pagare”

Ilona Staller, in arte Cicciolina, ha aperto di fatto una causa verso l’ex marito Jeff Koons, per avere il contributo degli alimenti che non le è stato versato dal 1993.

Ad aprire la causa è stato il potente avvocato dei vip Luca Di Carlo, da anni vicino alla porno-star Cicciolina. L’avvocato Luca Di Carlo ha quindi accettato di seguire questa pratica chiedendo all’ex marito di Ilona Staller la cifra di 100.000 euro al mese, cifra che coprirebbe il suo debito verso l’ex moglie, per non averla aiutata ne guardata in questi ultimi 27 anni.

La stampa ungherese, fra cui il magazine RIPOST, che segue molto da vicino le vicende di Ilona Staller, ha pubblicato un articolo dove si evidenzia l’arrabbiatura dell’icona del porno, la quale sottolinea come l’artista miliardario Jeef Koons non l’abbiua mai aiutata e non abbia mai evidenziato interesse nemmeno verso il loro figlio Ludwig.

La Staller ha dichiarato al magazine RIPOST :

Non aspetterò più, perseguirò il mio ex marito. Ha molti soldi ma non ci sostiene, non gli importa del nostro bambino. Sono stanco! Con il mio avvocato, Luca Di Carlo, abbiamo calcolato che mi spettano almeno 100.000 euro al mese. Non mi fermerò fino a quando Jeff non accetterà di pagarmi quello che mi deve.

Non solo, ma alla fine di ottobre, la polizia italiana ha fatto un massiccio raid in uno dei miei appartamenti di Roma, che mio figlio Ludwig ha condiviso con tre uomini africani. Bene, in una delle borse degli ospiti sono stati trovati due chili di marijuana e altre droghe e Ludwig è stato denunciato per possesso di droghe. Io spaventata e preoccupata che questi ospiti mettessero in pericolo la reputazione di mio figlio ho avvistato subito mio marito Koons, il quale non ha mosso un dito. Ha tappato le orecchie.

Devo sottolineare come è anche grazie alla figura del mio corpo che Jeef koons è diventato un artista di successo, in quanto molti suoi quadri ritraggono il mio corpo. Non mi ha mai corrisposto nulla. Nessun diritto.”

L’Avvocato Luca Di Carlo e Ilona Staller

L’avvocato Luca Di Carlo ha già depositato la pratica e confermato che non ha nessun timore di perderla:

“Ho sempre seguito cause importanti per Ilona Staller, Pamela Anderson, Paris Hilton, e altre celebrità e le ho sempre vinte. Ultimamente ho preso in carico la causa italiana che vede la famiglia dei Casamonica contro il Comune di Roma, per delle ville abbattute”

Luca Di Carlo:”Michael Jackson è stato ucciso”

L’avvocato delle Star, Luca Di Carlo, dopo la fama in Italia viene ora pubblicato anche sui magazine bulgari, fra cui il celebre 24 chasa.bg – Nell’intervista anche uno scoop:”Michael Jackson, secondo la figliastra, è stato ucciso”

Luca Di Carlo, il famoso “Avvocato del Diavolo” è stato intervistato dal magazine bulgaro 24 chasa.bg, che l’ha trattenuto non poco a confessarsi per i lettori.

L’avvocato è famoso in Bulgaria, per essere l’avvocato dell’ex-pornostar Ilona Staller, ricordata come un’ex spia che portava il nome di “Coccinella”. L’intervista viene infatti preceduta da una descrizione di Di Carlo, che spiega la sua vicinanza legale ed affettiva a “Cicciolina”, sia per averla difesa contro l’ex marito Jeff koons e per l’attuale battaglia per difenderla dal taglio del vitalizio, come ex-parlamentare del Parlamento italiano.

ILONA STALLER – CICCIOLINA – COCCINELLA

Nel suo racconto al giornale bulgaro Luca Di Carlo non può non ricordare il suo passato da legionario:”Ho trascorso più di 4 anni in Legione; mi mancano le missioni i Africa, Russia, da ogni parte”.

Attraverso Ilona Staller l’avvocato del Diavolo prende contatto con la figliastra del leggendario Michael Jackson, la quale gli confida di credere che Michael sia stato ucciso. Nell’intervista non si va oltre, non si sa se per motivi di sicurezza o altro, ma la notizia sarebbe da approfondire.

Poi Luca Di Carlo si ritrova a raccontare al giornale 24 chasa.bg del suo rapporto amoroso con la prorompente attrice Pamela Andérson:”Con Pamela è stata un’attrazione fatale…è una donna di eccessi”.

A confermare questa trasgressione emotiva è stata la stessa Pamela Andérson che sul settimanale Tutto ha dichiarato come, assieme all’avvocato Di Carlo, abbiano raggiunto la cascata della trasgressione, situata sotto al Gran Sasso e…”Abbiamo gettato la chiave e fatto sesso tutto il giorno, fra mutande sparse ovunque”.

Insomma, Luca Di Carlo si ritrova ora anche sotto l’attenzione della stampa Ungherese.

La sexy pornostar Luana Borgia:”Voglio andare all’Isola dei Famosi”

Intervista esclusiva rilasciata da Luana Borgia, una delle rare pornostar che ancora oggi infiammano il pubblico con i suoi spettacoli. Luana punta a sottolineare il valore del porno di un tempo e il suo sogno nel cassetto:…partecipare al reality di Mediaset “L’Isola dei Famosi 2020”, non nascondendo le sue voglie segrete.

Inizia la sua carriera facendo la modella; nel 1988 viene selezionata nel concorso di Miss Italia e l’anno successivo partecipa alle selezioni italiane per Miss Mondo.

Si trasferisce poi a Roma dove comincia a esibirsi in una serie di spettacoli sexy. Agli inizi degli anni novanta, prende contatto con Moana Pozzi e Rocco Siffredi e va affermandosi come una delle più importanti star del mondo del porno italiano, dove si guadagna l’appellativo di “Duchessa dell’hard”. Nel 1994 vince il premio Impulse d’oro come miglior attrice hardcore europea.

Oggi la provocante pornostar ci concede questa intervista esclusiva.

Luana, come ricordi il tuo primo film porno?

Guarda, diciamo che prima di tutto ho iniziato a fare spettacoli hard, poi ho avuto occasione d’incontrare la mitica Moana Pozzi, della quale ero una grandissima fan, e lei mi ha detto:

“Senti Luana, visto che tu fai già spettacoli hard, cosa ne pensi di provare a fare un film?”, cosi ho provato.

Sottolineo che ho fatto il mio primo film con Moana Pozzi e Rocco Siffredi, il top del porno, quindi per me è stata una bellissima esperienza. Poi univo l’utile al dilettevole, visto che sono una a cui piace fare sesso da quando ero ragazzina, ricordo che mi nascondevo con il giornalino “Le Ore” e mi guardavo le foto porno.

Come ti senti ad essere una pornostar conosciuta?

Mi piace essere il sogno erotico degli italiani.

Che differenza vedi fra le pornostar di allora e quelle di adesso?

Principlamente manca l’esperienza. Io, Rocco Siffredi, Moana Pozzi, Ilona Staller e molte altre star degli anni ’90 siamo personaggi chiave del porno, perchè abbiamo avuto alle spalle un’esperienza e una passione che ci ha reso grandi. Io ho partecipato a più di cento film.

Oggi basta che una ragazza faccia un primo film porno, o pubblichi video hard, o faccia uno spettacolo con degli oggetti, che già si reputa pornostar.

Uno spettacolo come si deve ha una coreografia buona, una musica adeguata, un abbiagliamento ad hoc per l’occasione.

Purtroppo l’evoluzione è ache questo, in tutte le cose, sia per il porno, la televisione, il cinema, la musica…..tutto oggi è una corsa frenetica all’ascolto, tralasciando troppo spesso la capacità vera del personaggio e la sua esperienza.

Hai parlato di musica. Vedi questo veloce cambiamento anche nella musica?

Si, non mi piace seguire le nuove tendenze come il trap o simili, anche rispettando il gusto di tutti. Io resto sulla musica classica per rilassarmi o la porto nei miei spettacoli per trasmettere erotismo. Devono farmi e far sognare.

In questo periodo sto facendo uno spettacolo dal titolo “La bella e la bestia”, con una coreografia e una musica adeguata, molto sul classico. Uno spettacolo hard non potrei farlo con della musica dance. Il fine ultimo di uno spettacolo è quello di far eccitare il pubblico.

Tu hai detto pubblicamente che vorresti partecipare all’Isola dei Famosi 2020, come mai questo desiderio?

Guarda, io nella mia vita mi sono realizzata in tutto: ho un lavoro che mi piace, ho vinto

quattro premi Oscar, ho una passione per i cavalli …..il mio sogno nel cassetto sarebbe quello di partecipare all’Isola, si!

Sarebbe una sfida per me. Io sono un’amante della natura, dello sport, infatti quando non faccio la trasgressiva nei locali, faccio una vita normale, sana, faccio palestra, vado a cavallo e faccio anche dei concorsi ippici.

Il mio sogno resta quello di poter partecipare all’Isola dei Famosi. Vorrei vivere sulla mia pelle il vivere su un’isola, totalmente isolata dal mondo.

Ma se tu vai sull’Isola, avresti problemi a spogliarti davanti ai concorrenti?

No, per nulla. Anzi, io amo la natura e prendere il sole nuda.

Vuoi dire che Mediaset con la tua presenza sull’Isola avrebbe un buon rientro di ascolti?

(Ride) Sicuramente. Certo…anche se c’è un limite a tutto.

Luana, hai detto che conosci Ilona Staller e siete amiche. Ultimamente il suo amico sexy avvocato Luca Di Carlo è stato confermato presente al Grande Fratello Vip 2020 e ha dichiarato di voler partecipare anche lui all’Isola dei Famosi. Tu lo conosci Luca Di Carlo?

Io Luca l’ho potuto conoscere solo per telefono. Lo sento spesso e continuo a digli:“Ci dobbiamo conoscere, ci dobbiamo conoscere” ed invece poi non ci si incontra mai. Lui è nei pressi di Roma, io nelle zone di Parma, poi siamo sempre occupati con il nostro lavoro, quindi per il momento non c’è stato il modo d’incontrarsi. Però devo dire che mi piace tanto e spero davvero di vederlo dal vivo.

Lo vorresti sull’Isola?

Certamente. Mi piace come uomo, è attraente,;ammetto che sull’Isola mi apparterei con lui dietro il sipario della natura (Ride).

Sul serio?

Beh, si…a me piace Luca.

Se tu dovessi avere accanto sull’Isola un tuo personaggio preferito chi sceglieresti?

A me piace molto come uomo, personaggio televisivo, come testa e non solo (Ride)…Paolo Del Debbio.

Guarda che io mando l’intervista a Mediaset!!!

(Ride), siiiii.

Tremenda Luana”, ti ringrazio per questa bella intervista e ti porto i saluti di tutti i tuoi fan.

Grazie a te Claudio, a Lf Magazine e a tutti i lettori. Un caldo abbraccio a tutti.

LUCA DI CARLO…L’AVVOCATO PIU’ TEMUTO

Ecco la lista degli avvocati più temuti. Tutto sembra un film per il cinema, ma esistono veramente. Mettete questi avvocati insieme e scatenano l’inferno.

Roy Marcus Cohn “l’avvocato Manipolatore”, Luca Di Carlo “L’avvocato del Diavolo”, Gilbert Collard “l’avvocato Money”, Sven Mary l’avvocato dei Delinquenti”, Keith Schilling “l’avvocato Rottweiler”.

Loro sono la perfezione, perfettamente persi negli abissi della follia, urlano, piangono, ridono, di- sprezzano, amano, fanno spettacolo e sono spettacolari senza saperlo, vanno oltre. Gli avvocati veri sono folli sono dei Joker come nel film Joker interpretato dall’attore statunitense Joaquin Phoenix diretto da Todd Phillips e prodotto da Warner Bros. Pictures e DC Comics.

Roy Marcus Cohn, avvocato degli Stati Uniti d’America, è il potere oscuro, per oltre un quarantennio l’avvocato più manipolatore e temuto d’America, da The New York Times, e il suo vantato disprezzo per la gente e per la legge, sono ben noti in patria.“Dov’è il mio Roy Cohn?” invocò ad alta voce Donald Trump presidente Stati Uniti d’America quando i federali avviarono l’indagine sulle interferenze rus- se nelle elezioni del 2016. Roy Marcus Cohn “avvocato manipolatore”.

Luca Di Carlo avvocato dell’Italia, celebre con lo pseudonimo “L’avvocato del Diavolo” è il più giovane e il più diabolico, esperto in diritto penale ed internazionale penale, è l’avvocato più pagato con dei cachet stellari, da Wall Street. Luca Di Carlo attualmente è ritenuto l’avvocato più po- tente e temuto tanto da guadagnarsi la fama ed il so- prannome di “L’Avvocato del Diavolo”. Qualcuno si domanda se è l’avvocato del diavolo o proprio il diavolo in persona. Ha difeso l’icona Ilona Staller ex attrice hard ed ex deputata al parlamento italiano, Jeff koons l’artista americano più pagato al mondo, i Clan più diffamati, ed tanti altri. Difensore dei diritti degli animali ha sempre affermato: ” La mia vita non è più importante delle altre vite”. Nota una sua frase: “I pugili migliori sono quelli che ven- gono dalla strada così come gli avvocati”.

Sven Mary avvocato del Belgio di Salah Abdeslam il più famoso terrorista d’Europa, un penalista molto conosciuto e discusso per aver difeso in passato anche altri jihadisti, da Libération. Sven Mary Si è guadagnato il soprannome di l’«avocat des crapules», “l’avvocato dei delinquenti”, dei peggiori tipi in circolazione, degli indifendibili.

Gilbert Collard “l’avvocato Money” della Francia ha preso i primi posti fra gli avvocati più pa- gati nel 2019, da People With Mo- ney, con un fattu- rato stimato di 58 milioni dollari.

Keith Schilling avvocato d’Inghilterra. Il legale sessantatreenne, per la veemenza con cui combatte in aula per difendere la privacy e la reputazione dei suoi clienti Vip, s’è guadagnato il soprannome di “avvocato rottweiler”, da Time e The Economist. Ha difeso la reputazione e la privacy di celebrity Meghan Markle il principe Harry della Royal Family d’In- ghilterra.

L’Avvocato del Diavolo verso il Quirinale-Luca Di Carlo

Luca Di Carlo, l’avvocato delle Star, fra cui Ilona Staller, Pamela Andérson, Paris Hilton, pizzicato in compagnia di un agente speciale. In discussione una lettera in partenza verso il Quirinale. Ma perchè la presenza dei servizi speciali?

Si è abituati a leggere articoli riguardanti l’Avvocato Luca Di Carlo quasi sempre legati al mondo dello spettacolo, ma questa volta l’avvocato è stato “beccato” nella cosidetta “zona rossa” in compagnia di una persona in divisa. Avvicinato dal nostro redattore, l’avvocato ha accennato ad una misteriosa lettera indirizzata al Quirinale.

Difficile vederlo a Roma….più facile incontrarlo a Milano, negli studi Mediaset, in compagnia di Barbara D’Urso a discutere di vitalizi o ,ultimamente, dei guai del figlio dell’icona del sesso ed ex-parlamentare Ilona Staller. L’avvocato era seduto in un bar di via XIV Maggio, proprio accanto a noi e dopo una discussione semplice con questo agente misterioso sentiamo più volte accennare al Quirinale e da qui interveniamo in modo garbato a “pizzicare” la situazione.

Il tema era una lettera che dovrebbe arrivare al Palazzo del Presidente della Repubblica. Dopo esserci presentati come Agorà Magazine ed aver iniziato la nostra breve interferenza, che sottolineava come avessimo sentito parlare i due protagonisti di questa vicenda, l’avvocato Di Carlo ha risposto cosi:

“Nulla di che, è solo un documento con una base importante al suo interno che invieremo al Capo dello Stato”.

Ma riguarda il Presidente della Repubblica?

“No, no, siete gentili, ma ho già risposto troppo”.

Possiamo solo sapere come mai la presenza di questo agente, che abbiamo capito facente parte di reparti speciali?

“No comment. Ripeto, siete gentilissimi e adoro come fate il vostro lavoro, ma adesso purtroppo sono impegnatissimo e non mi è possibile rispondere”.

Poi interviene brevemente l’agente con un secco:”Per favore!”

Una situazione meravigliosa:…l’avvocato del Diavolo, sempre attivo dietro le bellezze internazionali, in questo poeriodo interessato anche all’Isola dei Famosi, vederlo oggi in una situazione da Agente Segreto è davvero Top.

Il fatto che l’Avvocato Di Carlo sia dentro discussioni lontane dal mondo del gossip è già di per sé strano, ma vederlo serio e dentro ad argomenti legati ad alte istituzioni dello Stato rende sicuramente il fatto non trascurabile.

Rimangono sempre aperte due questioni:

1) Di cosa parla la lettera che dovrebbe arrivare al Capo dello Stato?

2) Come mai la presenza di un agente speciale?

3) La questione riguarda per caso anche l’Ungheria, città natale di Ilona Staller?

Resta comunque interessante trovare il cosiddetto “Avvocato del Diavolo” in una situazione del genere.

Io: Ilona Staller

La brezza infinita di Ilona Staller

L’adolescenza, i ricordi, la natura, l’amore. Ilona Staller si racconta in un’intervista evidenziando il suo essere donna.

Ilona Staller in arte Cicciolina, nata a Budapest.

Donna semplice e di carattere, protagonista indiscussa e principale del mondo dell’hard. Donna di classe, interrompe la sua professione cinematografica nel 1988 rincorrendo più volte l’impegno politico.

Ma la figura di Ilona Staller non può fermarsi a quello che conosciamo, che immaginiamo, ma necessita di un abbraccio amichevole, al di là del gossip o degli scandali, perchè lei è molto più di quello che sappiamo.
Camminiamo quindi virtualmente con Ilona, in riva al mare, chiacchierando come amici.

Ilona, la Vita ha una base indelebile fatta dai ricordi, soprattutto dell’adolescenza, della propria città, dei propri angoli personali. Cosa ricordi della tua città ai tempi in cui eri ragazzina rispetto ad oggi? Le vie; i bar; le passeggiate assieme ai genitori o gli amici.

Il mio vero nome è Ilona Staller, sono nata a Budapest in Ungheria e nel segno del Sagittario. Con i miei genitori abitavamo a Kobanya, la zona piu’ povera di Budapest, in una casa modesta di due stanze. Da ragazzina amavo usare i fiocchi nei miei cappelli lunghi,qualche volta erano talmente grandi, che sembrava volassi via.A cinque anni mi hanno regalato una bambola nera, gran parte dei miei ricordi tornano alla mia dolce bisnonna. Spesso le mie vacanze le ho passate da lei in un paesino: Miskolz, un paese corniciato di alberi, la strada impolverata di bianco, che passava a fianco di un lago profondo il Sio.

Photo(12)

Io e mia sorella Valeria spesso giocavamo insieme con le bambole di pannocchio. Nel 1956 sono arrivati i carrarmati Russi in Ungheria, io avevo appena cinque anni. Mi ricordo la faccia terrorizzata di mia madre che spingendoci e correndo ci nascondevamo nei bunker. Sentivamo i bombardamenti e il pianto della gente. Tre anni fa scrissi dettagliatamente tutto nel mio libro autobiografico “PER AMORE E PER FORZA”, edito da Mondadori

Io ero dolce e piena di vitalità da bambina. Mentre passeggiavo per le strade della capitale, gli uomini si giravano per guardarmi e facevano spesso degli aprezzamenti positivi. Allora ho capito che ero una ragazzina speciale.Mi ricordo che quando ero all’asilo dopo il pranzo facevamo il riposino pomeridiano. Si dormiva in due su piccoli letti. Io dormivo nel lettino di Roberto, figlio di un panettiere. Sembrava un porcellino rosa tanto era tondo e pieno di lentiggini dalla testa ai piedi. Nel lettino lui si muoveva e parlava sempre, percui non riuscivo mai ad addormentarmi. Allora abbiamo deciso di giocare al dottore e il paziente.Eravamo innocenti,alla scoperta del nostro corpo,e malgrado fossimo dei diavoletti , ho un bellissimo ricordo.

Mio patrigno lavorava al Ministero degli Interni e anche se era severo ed autoritario con noi,ci trattava come se fossimo i suoi veri figli. A scuola non ero un genio, ma ero sveglia e creativa. Detestavo fare i compiti a casa,preferivo fare la civetta con i miei compagni di scuola. Sono cattolica e credo in Dio, La mia adolescenza l’ho vissuta in piena armonia e da parte di mia madre ho ricevuto tanto amore. Da bambina giravo per casa nuda, per me era un fatto naturale.

Il mio maestro di violino era un uomo cicciottello con le gambe corte. Aveva delle braccie pelose che finivano con due manine dalle dite fine e lunghe.Diceva sempre, che per suonare bene il violino bisognava fare un vero e proprio matrimonio tra violino e sessualita. Diceva che bisognava accarezzarlo, riscaldarlo, abbracciarlo. Dopo il suo discorso prese tra le sue mani la mia testolina e con un movimento rapido mi baciò sulla bocca. Come risposta gli dissi,che non andavo matta per il matrimonio tra il violino e sesso e che mi faceva schifo sentire l’alcool della sua bocca.

Per cinque anni ho continuato i miei studi tra solfeggio, canto e violino.A diciotto anni gia’ suonavo bene. Studiavo con diligenza e facevo la danza classica e moderna. Ero molto bella cosi una grande agenzia di modelle mi scelse come modella e lavoravo per loro finche sono arrivata in Italia.

A fine settimana andavo spesso al METRO-CLUB, era una discoteca per noi giovani. Un locale dove si ballava e cantavamo insieme. MI ERO INNAMORATA DI 1 RAGAZZO UNGHERESE. Passavo il tempo a baciarmi con lui..mentre il tempo passava a suon di musica e baci; non avevo voglia di tornare a casa.Quando una di quelle sere sono tornata a mezzanotte, mio patrigno mi aspettava alla porta con un bello schiaffo.

Cosa c’è di diverso dai ragazzi di allora a quelli di oggi?

Sono arrivata in Italia nel 1972. Ho trovato la gente fantastica, era solare-cantava e ballava per strada. Mi sono fermata in Italia a vivere per questa gente.Un paese bello, libero, aperto, pensai. La gente era felice: spaghetti, pizza, sole e mare…mi piaceva tutto dell’ Italiae degli italiani. Oggi è tutto cosi cambiato radicalmente. Oggi quel tipo di gente non ce piu’.

C’è molta poverta’. Troppe tasse. Le piccole e medie imprese stanno chiudendo; alcune grandi imprese sono andate all’estero.I giovani sono senza lavoro; gli esodati e gli operai sono senza un euro e i pensionati devono vivere con 500 euro al mese, che tristezza.

Photo(11)

Come sono stati i tuoi primi passi in Italia?

Sono arrivata in Italia nel 1972 , in quel periodo lavoravo come fotomodella a Milano e poi mi trasferii a Roma. Non so come fu, incontrai Sergio Talia: un personaggio simpatico che stava aprendo una radio libera. Erano le prime radio libere a quei tempi. Era un’avventura da pioneri,qualcosa di inesplorato, inedito,che lasciava immaginare un futuro con tanta comunicazione, musiche e tantissime cose nuove si poteva inventare.Con Schicchi abbiamo deciso di lanciarla e di chiamarla RADIO LUNA. Lui era il regista, io parlavo ed intrattenevo i radioascoltatori.

Volevamo stravolgere le regole della comunicazione via etere.E presi un gran spazio per giocare con il sesso, con disinvoltura. Avevo la voce sensuale,ma nessuno ancora conosceva il mio volto e gli ascoltatori erano sempre piu curiosi,il pubblico continuava a immaginarmi. Chi poteva esserci dietro quella voce, che di notte chiamava con dolcezza e sensualita’ gli ascoltatori – CICCIOLINI ? .


Il titolo della mia trasmissione era:”VOULEZ VOUS COUCHER AVEC MOI?” (VUOI VENIRE A LETTO CON ME?) Molti si erano innamorati di me,ascoltando la mia voce, i miei sussurri maliziosi e la mia gran voglia di vivere e di amare. Poi il giornalista G.Pepe, di Repubblica, svelo’ chi ero veramente. In prima pagina pubblico’-A MEZZANOTTE VA LE ONDE DEL PIACERE: era il titolo.

Radio Luna fu per me un grandissimo successo. Alimentavo nel pubblico sogni, desideri e fantasie mai confessate. Avevo una vocina maliziosa da adolescente; raccontavo le mie esperienze, le mie fantasie e sogni. Diventai una ragazza immaginaria,diversa per ogni persona che mi ascoltava. Mi ricordo che i Pooh, abbandonati da Riccardo Fogli, mi volevano nel gruppo, ma non accettai.
Registrai una serie di cassette erotiche che provocarono la reazione della mia casa discografica RCA; con loro avevo un contratto di 5 anni.

Salvetti,il patron del Festivalbar, mi voleva portare in tournèe,ma a patto che rinnunciavo a farmi chiamare CICCIOLINA davanti il pubblico. RIFIUTAI.
Volevo stare tra la gente, con la mia spontaneità, innocenza e provocazione. In breve tempo diventai un aquilone, che volava in alto portata dal vento.

Il cinema mi ha sempre appassionata, volevo fare l’attrice.Quando mi trasferi a Roma avevo ricevuto delle proposte. All’inizio feci delle particine nei film importanti, poi mi telefono Alberto Lattuada, regista recentemente scomparso,e mi diede una bella parte nel suo film: “CUORE DI CANE”.
Ero cooprotagonista nel film “INCONTRO D’AMORE” con Laura Antonelli e Umberto Orsini, ma un occhiolino l’ho ricevuto anche da mamma Rai: ero protagonosta su Rai 2 della trasmissione tv “C’ERA DUE VOLTE” – 8 PUNTATE, regia di Enzo Trapani.

Poi la scelta di viaggiare all’interno della pornografia e per il sociale avevo deciso di fare politica, ma politica seria.

Nel 1976 portai per la prima volta il nudo integrale in ITALIA, nelle discoteche italiane, con spettacoli sempre diversi. Affrontai spazi riservati ad un pubblico sempre piu vasto; portavo nelle piazze e nelle discoteche da 5000 posti uno spettacolo erotico-popolare assolutamente inedito. Sul palco giocavo con me stessa e con il pubblico presente.
Io Non mi spogliavo, ma arrivavo gia’ nuda sul palco con dei veli trasparenti e coinvolgevo tutti i presenti. Cantavo sopra la testa della gente su un mini palco di plexiglass trasparente,cantavo sulla liberta sessuale, contornata dalle mie numerose colombe bianche, serpenti e pitoni.

Photo(1)

Tu hai sempre avuto un tuo modo particolare di vestirti, molto fatato, con le coroncine di fiori in testa, con vestiti molto colorati e curati.


Io ho sempre curato il mio look personalmente. Adoravo vestirmi da fiaba-erotica, mi ricordo che alle elementari mi dicevano che ero la piu’ bella della classe. Avevo capelli castani lunghi e molti mi ripetevano che ero molto bella. Mi guardavo allo spechio, si mi vedevo carina…..

Ricordo delle mie compagne di classe, erano cosi invidiose di me della mia bellezza, che un giorno mi buttarono per terra e mi trascinarono per i cappelli lungo il corridoio della scuola. Tre ragazze contro me.La scuola era accanto a casa mia e mia madre fu subito avvisata. Corse subito a scuola arrabbiata per parlare con le maestre.

Mamma spesso venne a trovarmi in Italia, la portai con me a vedere diversi spettacoli miei dal vivo. Spesso mi disse:” Ma i tuoi costumi li fa una sartoria?”; “No mamma” dissi,”sono io che me li invento per ogni nuovo spettacolo.”. Le mie canzoni le feci nascere insieme con dei cantautori curandole in prima persona. Adesso voglio fare dei nuovi spettacoli miei, BURLESQUE, lo trovo fantasioso ed erotico,e nelle prossime settimane incidero’ anche i miei nuovi cd musicali. Su facebook mi potete trovare come Ilona Staller Cicciolina official fans page e Staller Ilona, sono questi due i miei. Il resto è un abuso nei miei confronti.

Ilona parla mai con la natura?

Io adoro la natura, parlo con le mie piante, ho tanti animali, gatti persiani, cincilla e cani: la bellissima NINA (american bully) e la bella KUMA (staffordshirebull terrier). Pensa che, quando parto per qualche giorno, delego una signora di prenderne cura alle mie piante e ai miei animali. Le piante risentono communque la mia mancanza e possono ammalarsi. Ecco perche io curo personalmente i miei animali e le mie piante. Mi dicono che ho il pollice verde. Nel passato con una siringa prelevavo il succo, il liquido di una pianta e lo iniettavo nell’altra. Facevo delle sperimentazioni con successo.


Amo viaggiare, in passato sono stata alle Maldive con mio figlio Ludwig Koons. Nel 2011 di gennaio siamo andati a Santo Domingo. Cosa posso dirvi: il mare dei Caraibi è fantastico, trasparente e azzurro color cielo. Mi piace vedere il sole che tramonta e fotografo con la mia mente l’alba che colora la nostra giornata. Amo i paesaggi,ho viaggiato per il mio lavoro in tutto il mondo e trovo che dalla natura possiamo avere tutte le risposte per la nostra salute. Con la mia amica di sempre Ursula Davis stiamo preparando un viaggio per Africa,per aiutare le mamme e i bambini bisognosi.

Hai sempre avuto un modo personale di sedurre. Non basta spogliarsi, ma farsi desiderare. Il tuo eterno abbigliamento da principessa sbarazzina, ha stregato uomini e donne in modo profondo, accompagnato dal tuo corpo liscio, statuario. Una figura unica.

Non solo, ma una personalità che solo poche persone riescono ad imporre nel proprio lavoro. Il modo di presentarsi, di parlare, di muoversi, che ti rende eterna nei ricordi della gente. Come Moana Pozzi: anche lei aveva un suo carattere ed una personalità, che le hanno permesso di andare oltre i film e di presenziare a molti varietà televisivi. Non sono quindi figure, ma personalità vere e proprie, inimitabili.

In cosa ti senti diversa rispetto alle tue colleghe di lavoro? Cosa credi che ti abbia portato ad essere l’Ilona Staller che conosciamo?

Mia madre era una donna saggia. Mi disse sempre:” Ilona, figlia mia, tu sei una ragazza diversa dagli altri, tu sei un curiosum. Non esistono tante Ciccioline, se no..non avresti avuto il tuo grande successo interplanetare”.

Io sono del segno del Sagittario.Il Sagittario è un centauro governato da Giove. Giove è quella figura schietta, libera, serena, bella, pacifica, leale, sincera, insomma io adoro a essere di questo segno. I saggittari sono persone leali, generose, indipendenti, energiche, combattive.
Chi è nato sotto questo segno ha una personalita attraente, magnetica, dinamica con tanto fascino. Le stelle dicono che i sagittari amano essere ammirati e amano conoscere gente sempre nuova. Sono amabili. Si impongono al rispetto e all’ammirazione. Illoro carattere e’ sincero, onesto, degno di fiducia.

Photo(8)

Una curiosità comune è il chiedersi quanto possono durare le riprese per un film hard. Ci sono pause più o meno volute? Sbagli? Quanto passa tra l’inizio e la fine di un film?

Nel 1988 ho smesso con la pornografia. Non rinnego nulla del mio passato, ma adesso mi interessa un altro stile di vita….ahahah sono alla ricerca della vera felicita, da mesi sono felicemente single. e sinceramente mi piace per scelta questo mio nuovo stile di vita.

Quando giravamo dei film porno, si iniziava alle 10 del mattino e si finiva a girare alle 6 del pomeriggio. Tutti i film hanno le loro pause,o perche il regista cambia l’idea ed inventa un’altra scena, o perche alcuni attori hanno problema di erezione a causa dei rumori improvvisi o di stress che porta via la concentrazione.
Ritengo che l’erotismo-porno è cultura e una forma di arte che da secoli esiste,basta andare a POMPEI e vedere tutte le figure dipinte sui muri .

Hai iniziato ancora adolescente a seguire il mondo della moda. Ricordi il tuo primo servizio fotografico?

Il mio primo servizio fotorafico me lo ricordo benissimo…avevo 13 anni e posavo per una grande agenzia di moda a Budapest.

Tu ami la fotografia?

Io amo la fotografia e amo essere fotografata.

Nella tua Vita hai avuto più amici o nemici? O Falsi amici?

Nella mia vita ho avuto tanti amici e capita anche qualche nemico. In Facebook ho letto anche qualche lettera assurda, minacciosa, ma per fortuna è raro. Spesso sono legati alla vita politica. Io ero parlamentare dal 1987al 1992. Feci il mio lavoro onestamente, non ho mai rubato a nessuno, non sono stata corrotta.
Oggi la politica purtroppo non è trasparente, i politici devono darsi da fare verso la gente povera e fare delle leggi cosi che finalmente alla gente semplice ritorni il sorriso e la voglia di vivere.

Basterebbe eliminare il finanziamento pubblico ai partiti,o l’abolizione della carica di senatore a vita,o la riduzione degli stipendi dei senatori, ministri e deputati e delle scorte e privilegi vari.Tutte cose che i cittadini vorrebbero, ma ancora non e stato esaudito dai partiti. Perche?
Se il cittadino chiede ordine e sicurezza, perche si tolgono i soldi alle forza dell’ordine? Se il cittadino chiede il fermo o l’abolizione dell acquisto di caccia F35…Perchè invece sono stati acquistati? PERCHE’?

Quei soldi si potrebbe utilizzare per i disabili, per gli ospedali, per i terremotati che non hanno ancora casa.


La politica è sempre stato un argomento che fa discutere e litigare, chiudiamo quindi questa parentesi, che comunque potremo aprire nel fututo, in un contesto più specifico.
I sogni sono spesso desideri al di là di un fiume. Li si guarda con amore, desiderio appunto, accompagnati dal suono dell’acqua tranquilla che scorre. Cosa vede Ilona al di là del fiume?

Ho tantissimi desideri al di la del fiume…tanti sogni nel cassetto, ma non te lo racconto se no…questi segreti voglio che rimangano i miei segreti.

Com’è il tuo rapporto con i bambini?

Adoro i bambini, sono felicissima di essere mamma di mio figlio Ludwig Koons, 20’enne, bellissimo ragazzo giovane. Sicuramente ne avrei fatti cinque di figli se avessi iniziato da giovane la mia gravidanza. Mi ritengo un ottima mamma, una donna materna. Sento fortemente l’amore per i bambini.


Ilona, non voglio entrare nei particolari della tua vita familiare, che ti hanno portato a dover soffrire per riavere tuo figlio fra le braccia. Le violenze sulle donne sia fisiche sia psicologiche sono ancora una grande piaga in Italia. Come hai vissuto la tua vicenda? Credi che la legge sia in grado di affrontare questo problema?

Io ho vissuto nel 1993 un’esperienza terrificante..il mio bambino è stato portato via da me illegalmente per gli USA. Non entro nei particolari, ma mi stavo ammalando di anoressia per la perdita di Ludwig. Poi con l’aiuto di un carissimo amico, Bruno Poli, ascoltando i suoi consigli, con fatica abbiamo risolto il problema.

Per quanto riguarda le violenze sulle donne, io ho presentato una proposta di legge al Parlamento. Lo stato deve intervenire in aiuto alle donne: no al maltrattamento fisiologico e psicologico delle donne. La legge deve punire severamente chi maltratta le donne.

Ilona, sdrammatizziamo un pò il tutto e ti faccio l’ultima domanda: In casa è meglio tenere un uomo o un animale?

Ahahahaha, un animale di sicuro. Dillo ad alta voce e scrivilo in maiuscolo. Ahahah. Io in casa ho tanti animali: cani, gatti,bellissimi e dolcissimi. Non mi deludono mai, ci parlo, mi fanno le fusa,non mi fanno del male, sono dolcissimi.


Naturalmente stiamo scherzando in modo simpatico, perche’ io non ho assolutamente chiuso la porta agli uomini..aspetto solo d’incontrare l’uomo giusto per me….Se esiste?

Ilona Staller sito: www.cicciolinaonline.it

e-mail ilonastaller@hotmail.it

Photo(7)