Archivi categoria: ARTICOLI VARI

Mina torna in radio con due brani: “Un tempo piccolo” e “Nel cielo dei bars”

Mina torna in radio venerdì 20 novembre con due brani inediti “Un tempo piccolo” e “Nel cielo dei bars”: il primo chiude Cassiopea (PDU/distr. Sony Music) mentre il secondo è l’ultima traccia di Orione (PDU/distr. Warner Music) i due volumi del concept antologico “ITALIAN SONGBOOK”, il nuovo progetto discografico di Mina in uscita il 27 novembre.
Per accompagnare le prime due pubblicazioni della serie Italian Songbook, Mina canta per la prima volta due tra i più bei brani della musica italiana, di due artisti diversi tra loro ma molto simili benché di due epoche differenti. Un omaggio, dunque, a due grandi autori, ricordare non è mai abbastanza: Franco Califano e Fred Buscaglione.


Un tempo piccolo è una canzone scritta da Antonio Gaudino, Alberto Laurenti e Franco Califano ed interpretata dai Tiromancino (2005). Andrebbe (ri)letta, (ri)ascoltata e letteralmente studiata per gustare tutta la poesia concentrata nelle note di questo brano che inizia con un emblema della vita “Diventai grande in un tempo piccolo”.
Nel cielo dei bars “Ci vediamo al fondo di un bicchiere, fino a quando l’alba nel cielo tornerà e nell’alba disperata, sarà triste rincasare per attendere la notte e poterti ritrovare al fondo di un bicchiere, nel cielo dei bars”: un luminoso tributo a Fred Buscaglione, un personaggio unico al contempo romantico e coraggioso.


La presenza di due inediti in “Cassiopea” e “Orione” è un indizio di quanto potrà succedere nel prosieguo di questo progetto filologico di riordino e riscoperta del repertorio, che andrà a toccare anche le canzoni incise nei primi anni di carriera per la Ri-Fi, e permetterà di includere anche nelle prossime pubblicazioni altri brani che prima non conoscevamo cantati dalla voce di Mina.


Italian Songbook è questo e molto altro ancora. Una summa dei grandi successi della carriera lunga e straordinaria di Mina che continua ancora oggi, ma anche le cover interpretate da Mina, grandi pezzi di autori e cantautori della tradizione musicale italiana. Le più belle canzoni che tutti conosciamo con alcune perle da riscoprire, prese dalla vasta produzione discografica di Mina.

“ITALIAN SONGBOOK”

TRACKLIST
Cassiopea (PDU/distr. Sony Music) e Orione (PDU/distr. Warner Music) sono i titoli dei due volumi del concept antologico: all’interno di ciascuno, quindici tracce con l’aggiunta di un brano inedito (ossia, due canzoni mai interpretate prima d’ora da Mina).
Queste le tracklist:
“Cassiopea”: “Anche un uomo”; “La lontananza”; “Vento nel vento”; “Caruso”; “Oro/la canzone del sole”; “I Migliori Anni Della Nostra Vita”; “Canzoni stonate”; “Fortissimo”; “Malafemmena”; “Volami nel cuore”; “Con te sarà diverso”; “Compagna di viaggio”; “Volevo scriverti da tanto”; “L’uomo dell’autunno”; “Un tempo piccolo” (inedito).

“Orione”: “Parlami d’amore Mariù”; “Io domani”; “Una lunga storia d’amore”; “L’importante è finire”; “Il cielo in una stanza”; “Che m’ importa del mondo”; “Va bene va bene cosi”; “Amara terra mia”; “Ricominciamo”; “Almeno tu nell’universo”; “Portati via”; “Questa canzone”; “La sola ballerina che tu avrai”; “Oggi sono io”; “Nel cielo dei bars” (inedito).

CASSIOPEA – (PDU / DISTR. SONY MUSIC)

“Anche un uomo” (da “Attila”, 1979)

“La lontananza” (da “Sconcerto”, 2001)

“Vento nel vento” (da “Paradiso”, 2018)

“Caruso” (da “Ti conosco mascherina”, 1990)

“Oro / La canzone del sole” (da “Canarino mannaro”, 1994)

“I migliori anni della nostra vita” (da “Mina N° 0”, 1999)

“Canzoni stonate” (da “Ridi pagliaccio”, 1988)

“Fortissimo” (da Ti conosco mascherina”, 1990)

“Malafemmena” (da Ti conosco mascherina”, 1990)

“Volami nel cuore” (da “Cremona”, 1996)

“Con te sarà diverso” (da “Leggera”, 1997)

“Compagna di viaggio” (da “Piccolino”, 2011)

“Volevo scriverti da tanto” (da “Maeba”, 2018)

“L’uomo dell’autunno” (da “Piccolino”, 2011)

“Un tempo piccolo” (inedita)

ORIONE – (PDU / DISTR. WARNER MUSIC)

“Va bene, va bene così” (da “Canarino mannaro”, 1994)

“Oggi sono io” (da “Mina in studio”, 2001)

“Portati via” (da “Bula Bula”, 2005)

“Almeno tu nell’universo” (da “Pappa di latte”, 1995)

“Io domani” (da “Sì buana”, 1986)

“Questa canzone” (da “Piccolino”, 2011)

“Che m’importa del mondo” (da “Canarino mannaro”, 1994)

“Una lunga storia d’amore” (da “Uiallalla”, 1989)

“Il cielo in una stanza” (da “Oggi ti amo di più”, 1988)

“L’importante è finire” (da “La Mina”, 1975)

“Ricominciamo” (da “Cremona”, 1996)

“La sola ballerina che tu avrai” (da “Selfie”, 2014)

“Parlami d’amore Mariù” (da “Lochness”, 1993)

“Amara terra mia” (da “Sconcerto”, 2001)

“Nel cielo dei bars” (inedita)

LUCIANO LIGABUE DUETTA CON ELISA IN “VOLENTE O NOLENTE”

LUCIANO LIGABUE DUETTA CON ELISA IN “VOLENTE O NOLENTE”, UNO DEI 7 BRANI INEDITI CONTENUTI NEL DISCO “7” E NELLA RACCOLTA “77+7” (ENTRAMBI IN USCITA IL 4 DICEMBRE), PRIMO VERO DUETTO TRA I DUE ARTISTI E NUOVO SINGOLO IN RADIO DA VENERDÌ 20 NOVEMBRE.

Pochi minuti fa LUCIANO LIGABUE ha svelato via social che è ELISA l’artista con cui duetta nel brano “VOLENTE O NOLENTE”unico featuring contenuto nel disco di inediti “7” e nella raccolta “77+7” (in uscita il 4 dicembre), primo duetto tra i due artisti ad essere inserito in un suo album di inediti e suo prossimo singolo in radio da venerdì 20 novembre.

Era il 2006 quando Ligabue ed Elisa si sono trovati insieme in studio per incidere il brano “Gli Ostacoli del Cuore”, brano scritto da Luciano per Elisa, in cui le voci dei due artisti si uniscono per la prima volta sul finale della canzone.

Ora, a 14 anni di distanza, le loro voci tornano di nuovo insieme per emozionare il pubblico sulle note di “Volente o nolente”, il primo vero duetto tra i due artisti.

“Volente o nolente” è uno degli inediti contenuti nell’atteso disco “7”, che contiene 7 brani, spunti che Luciano ha ritrovato, riscritto e prodotto ricavandone 7 nuove eccezionali canzoni, e nell’imperdibile raccolta “77+7”, con i 77 singoli che hanno fatto la storia del Liga, rimasterizzati nel 2020. 

Una doppia uscita discografica per celebrare 30 anni di una straordinaria carriera!

24kGoldn con JUSTIN BIEBER e J BALVIN, per la nuova versione del successo mondial “MOOD (REMIX)” ft. IANN DIOR

Online anche il lyric video del brano https://youtu.be/GrAchTdepsU

Il successo di “Mood” è inarrestabile! La hit già al numero 1 delle classifiche di tutto il mondo del giovane rapper della West Coast 24kGoldn feat. Iann Dior esce ora in una nuova straordinaria versione remix realizzata in collaborazione con le superstar Justin Bieber e J Balvin.

Il brano, già certificato ORO in Italia, ha acquisito una luce completamente nuova con il tocco inconfondibile di Bieber e Balvin e include anche un nuovissimo verso di Goldn.


Questo innegabile successo, che mescola generi diversi, continua a conquistare il mondo: è rimasto per 2 settimane consecutive al primo posto della Billboard Hot 100 (attualmente è al terzo posto), ha raggiunto il #1 della classifica globale di Spotify, la Top 3 della Viral globale di Spotify e della classifica globale di Shazam. In Italia Mood è entrato nella Top 5 della Viral Italia di Spotify e della Apple Music Songs, nella Top 10 della classifica FIMI/GfK dei singoli e della Spotify Italia e alla posizione #24 dell’airplay radiofonico. Con 630 milioni di stream globali, “Mood” ha raggiunto il #1 della classifiche dei singoli in 13 paesi.


Goldn e Iann hanno eseguito la canzone ieri a The Ellen DeGeneres Show, dopo un’esibizione in anteprima al Jimmy Kimmel Live la settimana prima.
24kGoldn sta lavorando al suo album di debutto, El Dorado, la cui uscita è prevista per il prossimo anno.


24kGoldn ha debuttato sulle scene nel 2019 con il suo singolo di debutto (certificato PLATINO RIAA), “Valentino”. Spinto da subito da numeri impressionanti su TikTok e superando oggi 400 milioni di riproduzioni tutto il mondo, il 19enne ha raggiunto la popolarità su larga scala conquistando oltre 40 classifiche di Spotify Viral 50 a livello internazionale. 24kGoldn ha concluso il 2019 con l’uscita del suo EP di 8 tracce, Dropped Outta College, che è rimasto per diverse settimane al numero 1 della Billboard Heatseekers Chart, firmato dal produttore “disco di PLATINO D.A. Domani L’EP include tra gli altri “City Of Angels”, brano che è entrato in oltre 40 classifiche di Spotify Viral 50 e che conta più di 375 milioni di stream in tutto il mondo. Goldn ha letteralmente “abbandonato il college”, sapendo che era arrivato il momento di inseguire il suo sogno. Da allora, è stato in tournée in apertura dei concerti di Landon Cube e YBN Cordae, e si è esibito al Rolling Loud. È stato protagonista di articoli su Billboard, Variety, Lyrical Lemonade, No Jumper, Complex e Rolling Stone, per citarne alcuni, oltre ad essere stato definito uno degli Artisti in ascesa su YouTube e uno degli XXL’s 2020 Freshmen.

FOO FIGHTERS IN CONCERTO STREAMING DAL ROXY DI HOLLYWOOD

FOO FIGHTERS IN CONCERTO STREAMING DAL ROXY DI HOLLYWOOD

Parte del ricavato sarà devoluto alla fondazione Sweet Relief, che aiuta i lavoratori della musica-

È ONLINE IL VIDEOCLIP UFFICIALE DI “SHAME SHAME” il primo singolo tratto dal nuovo atteso album “MEDICINE AT MIDNIGHT” in uscita il 5 febbraio.

I FOO FIGHTERS sono pronti per tornare sul palco dopo aver scaldato i motori con l’esibizione al Saturday Night Live (sabato 7 novembre), in cui hanno proposto per la prima volta dal vivo il nuovo singolo “Shame Shame”, primo assaggio del nuovo album “Medicine At Midnight” (Roswell Records/RCA Records) in uscita il 5 febbraio.
Infatti, la band annuncia un vero e proprio concerto che si terrà in diretta streaming dal Roxy di Hollywood sabato 14 novembre (5pm Pacific Time, ore 2.00 di domenica in Italia), per portare un po’ di sano rock’n’roll nelle case dei fan!


Una parte dei proventi dello spettacolo in streaming sarà devoluta a Sweet Relief. Fondato nel 1993 da Victoria Williams, Sweet Relief Musicians Fund fornisce assistenza finanziaria a tutti i musicisti e ai lavoratori dell’industria musicale che stanno lottando per sbarcare il lunario mentre affrontano malattie, disabilità o problemi legati all’età. Sweet Relief fornisce assistenza immediata a chiunque nell’industria musicale sia stato influenzato finanziariamente dall’emergenza sanitaria COVID-19. Per ricevere ulteriori informazioni e per donare: SweetRelief.org.


Ma le notizie non sono finite qui: è appena stato pubblicato online il video ufficiale di “Shame Shame”https://youtu.be/R1G6-RUz3OA, il primo singolo tratto dal nuovo progetto discografico della band “Medicine At Midnight”. Diretto da Paola Kudacki e interpretato da Dave Grohl e Sofia Boutella, il video racconta in uno splendido bianco e nero l’interpretazione di un sogno ricorrente che ha perseguitato Grohl sin dalla sua infanzia.
“Medicine At Midnight” uscirà in diverse versioni: digitale, CD e vinile. Prodotto da Greg Kurstin e dai Foo Fighters, registrato da Darrell Thorp e mixato da Mark “Spike” Stent, “Medicine At Midnight” racchiude in 37 minuti 9 tracce.


I Foo Fighters si esibiranno in Italia il 12 giugno 2021 agli I-Days a Milano (per info: www.livenation.it).


I Foo Fighters sono Dave Grohl, Taylor Hawkins, Nate Mendel, Chris Shiflett, Pat Smear e Rami Jaffee.

URBAN FABULA:…MOVIN’

Già presente su tutte le piattaforme digitali e disponibile anche in copia fisica, Movin’ è il nuovo album prodotto dall’etichetta TRP Music firmato Urban Fabula, formazione estremamente interessante composta da Seby Burgio (pianoforte, Fender Rhodes in Jet Lag), Alberto Fidone (contrabbasso) e Peppe Tringali (batteria, voce in Manu).

Tratto da questa nuova creatura discografica, il singolo Cubanito (composizione originale autografata da Burgio, Fidone e Tringali) sarà trasmesso in promozione radiofonica da venerdì 13 novembre 2020, un brano in cui la classica clave cubana è (ri)elaborata attraverso una pulsazione di sette battiti, dove un’armonia aggraziata e narrativa conduce verso un viaggio onirico, evocativo, alla (ri)scoperta delle proprie origini. In Movin’figurano due ospiti: Yoro Ndao (voce narrante in Yoro) e il coro di bambini del C.E.S.M. (Centro Etneo Studi Musicali) di Aurora Leonardi (in Manu).

La tracklist, eccezion fatta per Englishman in New York di Sting (riarrangiato ad hoc), consta di sette brani originali, di cui Yoro è opera di Peppe Tringali, Opportunity the Rover di Alberto Fidone, mentre Manu è una composizione siglata da Seby Burgio. Value of Duty, Circle, Jet Lag e Cubanito, invece, sono cofirmati da Burgio, Fidone e Tringali. Movin’ è un album orientato in direzione contemporary jazz, impreziosito da ammalianti e accentuate colorazioni mediterranee, latin jazz e impressioniste, di chiara matrice europea. Ricerca del senso estetico, spirito di innovazione stilistica, ricchezza armonica, vivida creatività ritmica e profonda sensibilità interpretativa rappresentano la preclara sinossi di un disco che brilla soprattutto per un telepatico interplay, reale valore aggiunto di un lavoro davvero di ottima fattura.

Biografia

Urban Fabula è un progetto nato nel 2010 dall’incontro di tre musicisti siciliani: Seby Burgio (pianoforte), Alberto Fidone (contrabbasso) e Peppe Tringali (batteria). La provenienza da percorsi formativi classici e da numerose esperienze maturate in ambito pop e jazz è senza dubbio una caratteristica che contraddistingue il trio, peculiarità grazie alla quale è fra le sezioni ritmiche italiane più apprezzate e richieste. Il loro eclettico sound trae ispirazione dalle radici più intime e profonde della musica, ponendosi di fronte ad essa con la mente totalmente affrancata da qualsiasi condizionamento stilistico.

Inteso fin da subito come sintesi e non come una somma di tre individualità, il trio si muove in un generoso equilibrio di amicizia e condivisione, grazie al quale ognuno diventa solista e accompagnatore, compositore ed esecutore. Al fianco di Burgio, Fidone e Tringali recita un ruolo fondamentale Riccardo Samperi, il quarto uomo del trio, produttore di Movin’ e inesauribile fonte di idee, acuto osservatore e poeta del suono. Samperi è stato importantissimo nella realizzazione di questo album per quanto concerne arrangiamento, editing e sound design, in grado anche di vedere la musica da una prospettiva diversa, inaspettata, addirittura sorprendente.

L’Urban Fabula è stato finalista all’European Jazz Contest 2010 e ha vinto numerosi concorsi in tutta Italia: Prima Edizione del premio “Pippo Ardini” (2011), quinto concorso nazionale “Nuovi Talenti Jazz-Gruppi – Città di Treviglio” organizzato dal jazz club Bergamo (2011), premio “Paolo Randazzo” (2012), primo premio assoluto al Concorso Musicale Europeo “Citta di Filadelfia” (2012), “Baronissi Jazz” (2013), “Barga Jazz Contest” (2013). Oltre a costituire la sezione ritmica dell’Orchestra Jazz del Mediterraneo, il trio annovera svariate collaborazioni con musicisti di blasone nazionale e internazionale, fra i quali: Steve Grossman, Javier Girotto, Michael Rosen, Gegè Telesforo, Fabrizio Bosso, Rosario Giuliani, Barbara Casini, Daniela Spalletta.

Urban Fabula sito ufficiale: https://www.urbanfabula.com/

Torna Loredana Errore con “TORNIAMO A CASA”-VIDEO

Il video del nuovo singolo della “Ragazza Occhi Cielo”, diretto dal regista Nicolò Novali (Studio Invert), è stato girato nel casale “La Finestra sul Fiume”, circondato da un paesaggio fiabesco sulle rive del fiume Mincio, in provincia di Verona.


Nel singolo la casa è rappresentata come un luogo nel quale trovare rifugio, riposare, sognare, amare, è il posto nel cuore che dà la forza di affrontare le avversità della vita. Un testo cucito addosso a Loredana, che da piccola in casa ha scoperto la passione per la musica e che da grande nella stessa casa ha trovato la forza e l’affetto per superare le sfide che la vita le ha posto davanti.

“TORNIAMO A CASA”, interpretato da Loredana Errore, è stato scritto da Stefano Paviani e composto e prodotto da Riccardo Quagliato.

GUARDA IL VIDEO: https://www.youtube.com/watch?v=pKRr3wPBUBQ&feature=youtu.be


La musica è sempre stata per Loredana, il collante tra la vita e il cielo. Incoraggiata da tanti piccoli accadimenti è riuscita a dare una chiave di lettura positiva anche agli ostacoli della vita che richiedevano uno sforzo maggiore. È in questo modo che nel settembre 2009, entra nella scuola di Amici di Maria De Filippi, un’esperienza molto formativa per Loredana, durante la quale ha avuto la possibilità di duettare con grandi artisti del calibro di Lucio Dalla e Pino Daniele e di guadagnare il secondo posto alla finale.
Da allora è stata una corsa in discesa. Biagio Antonacci le scrive le prime canzoni di cui una autobiografica “Ragazza occhi cielo”, con la quale ottiene il disco di platino. Seguono altri due album e numerosi premi tra i quali un Wind Music Awards. Nel 2011 duetta con Anna Tatangelo al Festival di Sanremo cantando “Bastardo”, brano in gara tra i big.


All’apice della carriera e del successo e a soli 28 anni, si presenta uno degli ostacoli più significativi della sua giovane vita: un incidente stradale la mette a dura prova, ponendo un grande interrogativo sulla possibilità di riprendere la carriera artistica. Contrariamente a tutte le previsioni dei medici che la vedono paralizzata a vita, Loredana si “rialza” in tutti i sensi. Oggi è forte del nuovo percorso intrapreso: una nuova collaborazione discografica che ha già portato all’uscita di due singoli nei primi mesi di quest’anno (“100 vite” e “È la vita che conta”) accolti molto positivamente dalla stampa e dal pubblico.

Giorgio Panariello si racconta in “IO SONO MIO FRATELLO”

GIORGIO PANARIELLO per la prima volta si racconta in “IO SONO MIO FRATELLO” un libro autentico, intenso e personale sulla vera storia di GIORGIO e di suo fratello FRANCO.

«Tutti avevano un aneddoto su di lui, perché Franco era divertente nel suo essere fuori di testa, un equilibrista che camminava su un filo sospeso tra la consapevolezza e l’incoscienza. Ognuno ha il suo Franco personale, io racconterò il mio…»


È l’alba del 27 dicembre 2011 quando una chiamata stravolge completamente la vita di GIORGIO PANARIELLO. Suo fratello Franco, cinquant’anni appena compiuti, è morto la sera prima «tra le braccia gelide della strada che per troppo tempo era stata la sua compagna».
A nove anni da quella tragica notte, PANARIELLO per la prima volta si racconta mettendo nero su bianco la storia che forse ha segnato maggiormente la sua vita, quella del rapporto con suo fratello; lo fa in un libro intenso, autentico e personale dal titolo “IO SONO MIO FRATELLO” (Mondadori).

«Crescere senza affetto è come stare senza un tetto sopra la testa, non ci si sente mai protetti, difesi, mai a casa. È stata solo una questione di culo. Potevo nascere un anno dopo di lui e mio fratello sarei stato io. E invece è toccato a lui sentirsi addosso un anno di meno, un anno di troppo. Se la mia vita si stava incanalando sui binari giusti, quella di Franco a un certo punto ha deragliato».

Da sempre Giorgio custodisce questa storia che corre come un filo nascosto nella sua vita e ora, nell’anno in cui ha compiuto 60 anni, ha deciso di aprirsi e di immortalare sulla carta tutti quei frammenti di vissuto che lo hanno reso l’uomo che è oggi, attraverso un racconto schietto e a tratti pungente. “IO SONO MIO FRATELLO” è un libro che, grazie all’onestà e all’accuratezza dei sentimenti, riesce a muovere le corde più profonde delle nostre emozioni.


GIORGIO PANARIELLO (Firenze, 1960) è attore di teatro, cinema e tv. Per Mondadori ha pubblicato Non ti lascerò mai solo, Guardami negli occhi, So che ci sarai sempre e Adesso tu.

“CHE PECCATO”, il nuovo brano di Mouri

Disponibile in rotazione radiofonica “CHE PECCATO”, il nuovo brano di MOURI che vede il featuring di PRECIOUS.


“CHE PECCATO” feat. PRECIOUS è il nuovo inedito di MOURI ed è un brano che, attraverso giochi di parole prettamente Hip-Hop, incanta l’ascoltatore e lo conduce in un viaggio introspettivo, composto da istantanee riguardanti la vita privata e professionale dell’artista di Manduria.

Il tutto arricchito dalla collaborazione con Precious, regina della rap-queer ballroom scene di New York, e di Ferdinando Arnò, co-autore, produttore e arrangiatore del singolo.

Il pezzo è accompagnato anche da un videoclip onirico e visionario al tempo stesso, diretto da Mirko Dilorenzo e girato a Manduria.

Spiega l’artista: «È il racconto in chiave rap di un disagio esistenziale e personale che diventa metafora delle difficoltà dei giovani del sud ad esprimere il loro potenziale. In ambito artistico e non solo».


Guarda il Video: https://www.youtube.com/watch?v=_0kK_neWsvI&feature=emb_logo


Biografia

I suoi soprannomi sono Mister Master Monster o Il Principe dei Mostri. Ed effettivamente, Mouri da Manduria ha un qualcosa di mostruoso nel suo modo di fare freestyle, particolarmente originale e spesso inarrivabile. Uno stile unico e inimitabile, grazie al quale ha ottenuto un primo posto al Run2Glory in finale contro Nerone (2014), un secondo posto al prestigioso Tecniche Perfette in finale con Reiven (2016) e al Mic Tyson contro Morbo nello stesso anno e addirittura un secondo posto all’End Of the Weak internazionale a Londra (2013), che gli ha permesso di essere colto e apprezzato anche al di fuori dai confini italiani.

Ha anche partecipato alla seconda edizione di MTV Spit, venendo eliminato da Fred de Palma. Nonostante si sia apparentemente allontanato dalle battle (una “leggenda metropolitana”, secondo Mouri, che sottolinea come in realtà dipenda solo da un insieme di coincidenze) le sue vecchie performance sono ormai leggenda e ancora oggi ci si diverte a riguardarle.

Valentina Gullace nella giuria di “ALL TOGETHER NOW”

La cantautrice Valentina Gullace siederà come giudice sul muro più famoso della musica in onda stasera a partire dalle 21:00 su Canale 5.

Torna oggi in prima serata su canale 5 “All together now – La musica è cambiata”, programma dedicato alla musica che vede quest’anno la sua terza edizione. Tra gli spalti del cosiddetto Muro Umano, composto da cento giurati tra cantanti, musicisti e volti noti dello spettacolo, siederà anche VALENTINA GULLACE, cantautrice e musical performer.


VALENTINA GULLACE, artista poliedrica che spazia dal teatro alla discografia alla tv, siederà come giudice tra gli spalti del Muro Umano di All together now, affiancando il lavoro di valutazione della giuria vip composta quest’anno da J-Ax, Anna Tatangelo, Rita Pavone e Francesco Renga.


La Gullace ha all’attivo un primo album di sue composizioni dal titolo “La mia stanza segreta” (Filibusta Records) impreziosito dalla presenza di Fabrizio Bosso alla tromba e già disponibile su tutte le piattaforme di streaming.

“La mia stanza segreta” è disponibile su Spotify al seguente link: https://spoti.fi/34W5XXn

Biografia


Cantautrice, attrice, performer di musical, Valentina Gullace inizia la sua carriera nel 2006 debuttando in teatro col ruolo di Maria Maddalena nel Jesus Christ Superstar della Compagnia della Rancia. In pochi anni diventa una delle interpreti italiane di musical più apprezzate ed è fra i protagonisti di spettacoli come: High School Musical, La febbre del sabato sera, Operazione San Gennaro, Aladin, Cabaret, A Bronx tale.

Nel 2015 vince l’Oscar italiano del Musical per la sua interpretazione del ruolo di Inga in Frankenstein Junior. Nell’ultima stagione teatrale è nel cast di The Full Monty, in tour in tutta Italia e al Teatro Sistina di Roma. Conduce una trasmissione su Rai Scuola, Easy Genius, ed è uno dei 100 giudici nella prima edizione del programma di Canale 5 All Togheter Now, condotto da Michelle Hunziker.

Parallelamente alla carriera teatrale svolge un’intensa attività live nel jazz club di tutta Italia, esibendosi nel repertorio swing e jazz. Il 27 settembre 2019 pubblica il suo primo disco da cantautrice: “La mia stanza segreta” (Filibusta Records), album impreziosito dalla presenza di Fabrizio Bosso alla tromba.

Il disco viene presentato dal vivo al Festival Lucca Jazz Donna e alla Casa del Jazz a Roma. L’ultimo singolo “Respirare” è in rotazione radiofonica dal 10 luglio.

Facebook: http://www.facebook.com/valentinagullaceartista/
Instagram: http://www.instagram.com/valegullace

“SIAMO VICINI”, il nuovo brano del cantautore Renato Torre

L’amore a distanza, baci mandati da un balcone all’altro per sentirsi più vicini: “SIAMO VICINI”, il nuovo brano di RENATO TORRE, racconta la storia di due ragazzi costretti alla distanza imposta dallo scorso periodo di lockdown. Una condizione totalmente inaspettata, una realtà alienante che ha messo alla prova anche i rapporti più forti e consolidati.


«“Siamo vicini” è un brano che ho scritto una mattina di maggio in poco più di venti minuti – spiega l’autore a proposito del suo nuovo singolo – Le emozioni che fino a quel momento avevo accumulato erano molte e confuse dall’inizio della quarantena, ma quel giorno, ricevuta la notizia dell’annullamento degli esami di maturità, riuscii a metterle facilmente su carta, dando vita al singolo. È un brano sincero, semplice e descrittivo. Non ci potrebbe essere momento migliore se non questo per pubblicarlo, visto la sua spiccata attualità».


Il videoclip ufficiale del brano, diretto dallo stesso autore, è una trasposizione fedele della storia narrata dalla canzone. Protagonisti principali della sequenza di immagini sono un ragazzo e una ragazza, inizialmente divisi, assorti nelle loro nuove abitudini, ed infine riuniti, l’uno nelle braccia dell’altro.

Instagram: https://www.instagram.com/renato.torre/?hl=it

Biografia


Renato Torre nasce a Milano il 19/05/2000. Nel 2004 si trasferisce a Comano (CH) iniziando lo studio del violino, che lo avvicinerà ad una delle sue più grandi passioni: la musica. Dopo alcuni anni, Renato, spinto dal maestro Roberto Scordia, inizia a suonare per alcuni eventi e saggi nell’orchestra MusicArte, fino a partecipare, nel 2012, ad un galà di beneficienza al Casinò di Campione d’Italia (“Rondò per l’Africa”).

Nel 2010 e nel2011 Renato consegue due esami di strumento e nel 2013 uno di teoria e solfeggio al conservatorio di Novara. Parallelamente allo studio della musica classica Renato sente il bisogno di cantare, per piacere e divertimento. Sempre nel 2013 inizia a prendere lezioni di canto, imparando e affinando via via col tempo molte tecniche di impostazione vocale, inizialmente di genere lirico, successivamente moderno. Renato inizia così a conoscere, oltre al mondo classico, anche quello Pop, dilettandosi successivamente con lo studio della chitarra elettrica ed acustica.

Con alcuni amici, nel 2015, decide di mettere insieme una band, che il 14 novembre dell’anno successivo lo accompagnerà ad un evento di beneficienza al Palazzo dei Congressi a Lugano, per il sesto World forum per la pace. Poco dopo la band si scioglie e Renato decide di continuare il suo percorso da solista che lo porterà a partecipare a diversi concorsi musicali fino ad approdare ad Area Sanremo nel 2017 e al palco di XFactor nel 2019.


Il nuovo singolo di Renato Torre, dal titolo “Siamo vicini”, sarà in radio e in digitale dal 6 novembre.