Archivi tag: Pensieri

Pensieri e parole

1994
Il sole caldo
ci chiama sempre a sè,
ma duole,
perché non comprendiamo nient’altro di lui
se non la sola bellezza…
…lui ci guarda e ci parla.
Noi lo guardiamo e sorridiamo,
senza sapere
che sta piangendo per noi.
1995

Vita mia,
mia dolce bambina;
non piangere
e vieni qui da me a farti coccolare.

 
Amico mio,
torna tra di noi.
Combatteremo per tornare eroi,
in questa Italia
che nessuno vuole.
In questa Italia
che lasciano morire.

 

 

Sole…
…com’è chiaro il tuo colore
questa sera.
Sta arrivando la tua ora,
ma partirò prima io di te.
Eppure soffro io per te;
soffro perché stai morendo,
ma non hai fatto male a nessuno.

1996
La mia difficoltà a parlarti,
amore mio,
è la più grande forza d’amore
che ho per te.

 

 

Un amore nascosto,
che non posso dirti.

 

 

E’ forse la “debolezza”
la vera forza di questa vita?

E’ forse la “debolezza”
a farti il più grande?

Unica, umile, resistente.
D’innanzi a lei desistono i “forti”.

 

 

…ma quanto è lunga
questa scala?

 

 

Vivo per lei,
per i suoi occhi chiari.

Vivo per lei,
per il ricordo di ieri.
1998
Vola tra i pali,
…come le rondini.
1999

Gira la ruota, girala.
A chi tocca, ora,
non si sa.

…ma la ruota si fermerà
e ognuno “solo” resterà.

Gira la ruota, girala.
Finche la farai girare
il gioco continuerà.

 

 

Dio,
vento dell’universo,
suona per me
l’arpa magica della natura:

fammi vivere ancora.

 

 

Ti porterò via,
non ti abbandonerò
e ti porterò
dove il mare non finisce mai.

Ti nasconderò
da questo brutto attimo,
che passi assieme a noi.

 

 

Si sporse dalla scogliera,
legato alla vita
da una fune.

Assaporando la paura del sottosuolo
e la libertà di non cadere,
allargò le braccia
e gridò:

…Dio.

 

 

Quando avrai paura
senza averne motivo,
avrai sentito la presenza di Dio:
la sua enorme grandezza.

 

 

Domani sera
mi sporgerò dalla finestra,
saluterò il mondo
e tornerò a dormire.

Il giorno dopo
il mondo mi saluterà.

 

 

La lunga strada dell’apprendimento
è il regalo più grande
che Dio può darci.

 

 

Se ami qualcuno,
dagli la libertà.

 

 

Ci interessa davvero
sapere quanto dobbiamo aspettare
per raggiungere un minimo
di quello che vogliamo raggiungere?

Non è proprio questo a fermarci?

…a ucciderci?

 

 

Il problema
è che si sta sempre ad aspettare,
per paura, per insicurezza,

e tutto passa.

 

 

L’amore nascosto
vuol essere baciato.

 

 

Io sono solo,
perchè vedo le cose
prima che accadano
e perchè sono stanco…

…ti assicuro,
essere stanco a 29 anni
non è affatto bello.

 

 

Mi sono visto allo specchio
e ho visto il mio viso
più grande, cresciuto, più maturo…

…e mi sono piaciuto.

 

 

Vivi ora
e non guardare indietro.

Ti prego…vivi ora.

 

 

Volevo passeggiare…io…
e non ci arrivo
nemmeno qui.

Devo forse andarmene un’altra volta?

 

 

E non mi basta più

 

 
La sicurezza;
La tranquillità…

…e tutto va.

 

 

Usa pure il tuo odio,
contro di me,
per combattere le tue paure…

…ma ricorda, amico mio,
dopo che mi avrai ferito,
non sarò io ad indebolirmi.

 

 

…ma il mio sorriso
è sempre qui,
ad aspettare qualcuno
che lo coccoli un pò.

 

 

Si è aperta la porta
e sei entrato.

Ora chiedi
e ti sarà dato.

 

 

Calma adesso;
avanti piano.

Calma piatta;
avanti piano.

 

 

Anche se al momento
non riesci a crederci,
ti accorgerai
di come cambierai facilmente
le tue idee
in base a quello
che ti troverai davanti.

 

 

Un anno è abbastanza
per incontrarsi,
capirsi…
…lasciarsi.

 

 

Pensiero mio…

…finche resterà chiuso in me
il corpo ne ascolterà i segreti
e continuerà a sofrirne.

 

 

Il regalo
che dobbiamo fare a qualcuno,
è sottointeso che debba piacere
a noi stessi,

a meno che
la persona a cui dobbiamo farlo
non ci interessi.

 

 

A volte i ricordi svaniscono
perchè non si ha più un porto
dove ancorarli.

 

 

Perchè in un momento d’amore
la paura riesce sempre
a spiarmi?

Perchè non riesco ancora
a chiuderla fuori?

 

 

Fuori di qui
sono come un bambino felice;

Un bambino…
un bambino…
un bambino.

 

 

Non ritornare
sui tuoi passi…

…non adesso.

 

 

Esplode la creatività
di un uomo
solo poco prima
di “morire”…

…tutto rinasce
o scompare…

….per sempre.

 

 

Ho visto cadere
una famiglia;
un uomo;
un paese.

Tutto per un pallone
che nessuno vuole raccogliere più.

 

 

Guarda lontano,
ma ancora prima
cerca colei
che ti spezzerà le catene.

 

 

Senti questo caldo, Pà!

Lo sento io per te
e stiamo bene tutti e due.

 

 

Com’era la compagnia
senza il mio cuore?

…probabilmente, forse,
anche migliore.

 

 

La rabbia che suona,
la rabbia che va,
dentro questo cimitero…

…ma la gente non sa…

 

 

Ha voluto farmi forte, Dio,
ma “questa forza”
mi ha distrutto.

Sono solo pensieri, Dio,
solo pensieri e parole.

 

 

Sono un grande,
che gioca con un cuore da bimbo
ed ho imparato
ad essere grande da bimbo……
…… ma nessuno lo sa!

 

 

Cosa cerco io?
La poesia;
la libertà.
La poesia nell’amare la mia donna;
il suo corpo,
guardando dentro i suoi occhi,
la sua anima.
…ma forse non è il mio tempo!
…una lacrima scende.

 

 

…osservavo il colore
che c’era tra il cielo
e il mare: un azzurro stupendo,
infinito.
Era il colore dell’aria.

 

2001

“Fotografa un ricordo,
non perché torni come passato,
ma perché il sorriso di quell’attimo
ti ricordi che ciò che vuoi,
puoi…
…se lo ricordi,
altre fotografie riempiranno
il tuo diario”.

 

 

Se non ci fossi tu, Papà,
a cui esprimere
le mie paure…
…come farei?!

 

 

L’Angelo della morte
passò di qui:
prese per mano mio padre,
mi guardò,
mi sorrise
e mi disse:
“Adesso inizia la tua vita”.

Non vidi più mio padre
Ne gli occhi dell’amore.

Pensieri e Parole

1996
Ecco l’ignoranza della televisione:
vi si vede solo
il limite umano.

 

 

Un luogo d’ignoranza
è giusto attraversarlo;
l’importante è cercare
di non rimanerci a lungo.

 

 

Attento ad ascoltare
chi non ha mai sbagliato;
potrebbe essere
il tuo peggiore sbaglio.

 

 

Non sono in errore
nel continuare la mia strada
in questa confusione;
in questa solitudine.
Non sono in errore
se questo mi porta a trovare
la mia libertà.

 

 

Lungo il sentiero
rividi il “lungo Oglio”,
ma solo per una sera
si riaccese per me.

 
Parole in bocca a uno sconosciuto,
sempre più vicino a me.

 
Questo albero
sta parlando al mio cuore.
In silenzio
sta litigando e ridendo con me.

 
Gli occhi di una ragazza
che ha pianto tanto,
mi hanno spezzato il cuore;
mi hanno fatto pensare.

 

 

Spazia la tua mente
in infinite cose.
Non avere paura del caos.
Il caos ti serve
per capire cosa è normale.

 
What touch my mind?

 

 

Quando primavera
ritorna ragazzina,
senti stringerti il cuore
sognando amori mai avuti.

 

 

Iniziare un viaggio,
dopo averne completato uno:
come pesa il ricordo;
come pesa la fatica.

 

 

L’emozione:
quando cerchi di ascoltarla,
di capirla,
scompare, lasciandoti libero.

 

 

1997
Chiedo udienza al sole,
che mi guarda da li
e che mi fa vedere
quanto ghiaccio c’è qui.

 

 

Se alleni le gambe
impari a correre.
Se alleni la voce,
impari a cantare……
……la più bella cosa.

 
Il tremolio del corpo,
sotto il peso dell’ansia,
conferma la tua fatica
nel continuare a vivere.

 

 

Gli uomini forti:
piangono.
I deboli……muoiono.

 

 

Ma se la vita
è un aquilone,
che segue il vento delle stagioni,
chi me lo tiene questo mio filo,
questo mio filo infernale?

 

 

I campioni
nascono e muoiono
quando vogliono loro.

 

 

Sono stato sequestrato dal tempo.

 

 

Ognuno rincorre ciò
che inconsapevolmente
è destino debba raggiungere.

 

 

1998
L’uomo è un meraviglioso arcobaleno,
che può perdere i suoi colori,
ma che può anche riprenderseli.

 

 

Se questa vita è un’abitudine,
prima o poi mi rende inutile.

 

 

Sperare…
…vuol dire riuscire?

 

 

L’uomo e la donna
di per se non esistono.
Questo è il Dio,
la energia.

 

 

Solo i saggi
sanno quanto valgono i ricordi.

 
2000

La purezza di due cuori
fanno le ali di un Angelo:
…un unico sguardo.

 

 

E’ una confusione totale,
libera e accettata confusione.
E’ un tutto guardare,
ma non cercare.
Un unico amore…la mia donna,
che mia non è
e che lascia un mare calmo
dividermi dalle altre donne.
Un vivere odierno,
che non è il mio pensiero.
Un pensiero
che deve tornare nuvola
e respirare a pieni polmoni.
Qui no!
…è una confusione totale.

 
Sarò nei tuoi sogni,
come tu nei miei.
……Il nostro sonno:
la nostra stessa coperta.

 

 

Steso sull’erba,
a guardare il cielo.
Nel silenzio
mi accorsi delbacio di una farfalla.
Chiusi gli occhi
e la lasciai sul mio volto.

 
2004

Quando ti giri e rigiri nel letto
pensando a qualcuno
e ti giri e rigiri
per poi vederla li vicino a te…
…tutto passa; tutto va…
…gli sguardi si abbracciano e fanno l’amore.

 
2005

Il ballo del lupo…inizia oggi.
Il suo ululato si sentirà in tutta la vallata.
Gli angeli scapperanno
e lo lasceranno solo
con i suoi occhi rabbiosi,
per accoglierlo poi nelle loro braccia…
…il lupo tornerà sempre più buono!

 

 

La televisione di oggi?
Un puttanaio;
una vera e propria prostituzione organizzata.

 
Chi va piano
va sano e va lontano,
ma se l’uomo è un mulo…
…se lo piglia u culo.

 

 

Io: eterno ragazzo
con i piedi per terra
e la testa fra le nuvole.

 

 

A volte mi guardo allo specchio
e sorrido;
…e sorrido ancora,
…e vedo il sorriso
di una lacrima triste.

 

 

Che strana stà cosa:
nei sogni c’è di tutto…
nei ricordi manca il vento.

 

 

Un’anima che viaggia
in questa grande città;
un’anima che soffre di già.
Un’anima ribelle
in questo mondo di rabbia;
un’anima che scappa.

 

 

Cadono le foglie d’autunno,
cadono le foglie,
tutto il giorno…
…tu non mangi,
perchè stai pensando a lei,
guardando all’orizzonte
passare i pensieri.

 

 

Non siamo abituati
a stare tra la gente;
siamo abituati
a stare soli, solamente.
Quando stringi la mano
a una persona,
ti rendi conto che la stretta
è troppo forte:
il sorriso si appiattisce
e vuoi tornare solo…
…riprovare nuovamente.

 

 

Tutto a posto,
ma mi fermo un attimo……
……ho bisogno di fermarmi!

 
2006

Il vento soffia,
fin quando trova chi abbracciare;
allora torna brezza
e ti terrà per mano.

 

 

Il cielo viaggia sulle nuvole,
perchè le nuvole lo portano via.
Quando il cielo
vuole stare fermo…
…non c’è nessuno.

 

 

Mi spiace, splendida gioia,
che ti fai ricoprire di gioie,
se il mio diniego insulta la tua persona,
ma il profumo della figa non mi aggrada……
……preferisco il profumo dei capelli.