Archivi tag: Leone bianco

Il leone bianco

Un bellissimo leone insegui una leonessa, per circondarla di coccole e di affetto.
La leonessa si sdraiava al sole, scaldata dal sole stesso e dal calore del cuore del suo compagno. Dolce era il leone con lei. Nelle loro passeggiate, il leone la portava spesso in riva al fiume, dove c’era un fiore bianco,bianco come il latte:…era il regalo per lei. Girare attorno a quel fiore era la sua danza d’amore.

 
La giovane leonessa, però, era nata malata e sentiva già vicina la sua morte, ma nulla fece capire al suo amato, perchè l’amore a volte è anche questo.
Un giorno si allontanò dal leone e si diresse lontano, ma lui, con gli occhi forti e lucidi di amore, la segui, proteggendo il suo cammino. La leonessa tornò indietro, per poi cercare di allontanarsi di nascosto, ma il leone sentiva il suo profumo e la raggiungeva sempre.
La leonessa sentiva vicino il giorno della fine e, sempre più, la necessità di evitare al suo amore di vederla morire.

 

Una mattina la leonessa si fermò vicino ad una maestosa quercia e si voltò a guardare il leone, che vistosi richiamato, si avvicinò dolcemente e con amore.
I rami della quercia si mosserò ed incominciarono ad avvolgere il grosso leone e diventando catene sulle sue zampe.
La leonessa guardò per l’ultima volta il suo compagno e se ne andò. Il tempo necessario, perchè il leone non sentisse più il suo profumo.

 
Altre leonesse passarono accanto al leone, per fagli compagnia, ma lui, con occhi tristi e un forte ruggito, le teneva lontane.
Per giorni il ruggito del leone si senti nell’infinità del cielo ed il suo pelo incominciò a diventare bianco dal dolore.
Un giorno i rami della quercia tornarono al loro posto, lasciando libero il leone: un maestoso leone bianco. I suoi occhi lucenti; lo sguardo triste.
Si volse per l’ultima volta verso l’orizzonte, per salutare la sua leonessa lontana; poi si volse verso il gruppo di leonesse, per attraversarlo piano.
Nacque cosi il leone bianco……bianco come un fiore, bianco come il latte.