Archivi tag: Arianna Frattini

“La ragazza che inseguiva le stelle” di Arianna Frattini

Un discorso diretto, semplice, come un dialogo tra la scrittrice e il lettore stesso.
Il racconto diventa quindi più snello, concreto; raccontato con semplice trasparenza; comprensibile all’istante, proprio perchè l’autrice ha la capacità di illustrare l’essenziale già dalle prime righe.
Il lettore si trova quindi a vivere la lettura in modo leggero, interessante; spinto a continuare questo lungo dialogo solo ed esclusivamente per soddisfazione personale. Ecco la bravura dell’autrice……parlare al pubblico in modo semplice, come una loro amica; facendo partecipe il pubblico del libro stesso.

“La ragazza che inseguiva le stelle” dà il titolo al romanzo di Arianna Frattini, e racchiude in sè tutta la storia di Anna, la protagonista. Inseguire le stelle:…rincorrere i propri sogni; la bellezza naturale; le proprie idee pulite, ma è anche il lato più commerciale del suo significato, cioè l’inseguire le “Stelle” della televisione, i Vip, il bello della vita commerciale, che ha un suo prezzo. Le stelle dello spettacolo, della moda; la bellezza delle sfilate: tutto quel mondo che in un modo o nell’altro può sporcare la vita, se rincorso senza freni e con le amicizie “sbagliate”. Il libro è realtà pura, quotidianamente nascosta, ma che illustra la debolezza della nostra giovane società.

La scrittrice Arianna Frattini
La scrittrice
Arianna Frattini

La protagonista parla in modo semplice, comportandosi seguendo sempre il proprio istinto e volere. Ecco che l’autrice ha il merito di rendere cosi uguale a noi il suo personaggio, che il lettore gode nel vivere la vita della protagonista e continua la lettura per seguirla nel suo percorso. Le si affianca come un amico timoroso per il viaggio verso i suoi sogni.

Viaggio che ha come scopo l’arrivare a “brillare”, ma verrà presto accompagnato dalla realtà sporca, spregiudicata, che tiene per mano molte giovani sognatrici.

Un libro dove il dubbio se il sesso sia sporco o un’attrazione fatale giustificata è sempre in primo piano. Un dubbio non semplice da risolvere e che porta il lettore a cercare continuamente delle risposte, perchè in effetti è facile giudicare, ma se ci pensiamo bene e ci immedesimiamo nella giovane Anna, ci rendiamo conto che se fossimo al suo posto forse faremmo lo stesso: situazioni istantanee, decisioni improvvise, amicizie sporche, solitudine reale, sbando totale e……..impegno reale per raggiungere il proprio traguardo.

Il romanzo infatti non racconta un’invenzione, ma racconta chiaramente la nostra realtà, senza nascondersi in vie di fughe, incontrando cosi la morbosità del pubblico che, nel leggersi, si ritrova quasi co-protagonista del romanzo stesso.

L’autrice sottolinea l’elemento costante e puro che è presente nella vita della protagonista….il ricordo della famiglia. Il suo insegnamento; la relazione semplice o complicata con i propri genitori, che restano la base del proprio carattere, anche se il dubbio dell’abbandono attanaglia sempre la protagonista stessa.
Arianna Frattini scrive in modo scorrevole, intrigante, essenziale; riesce cioè ha catturare il lettore all’istante, il quale si lascia coinvolgere in pieno da questa avventura e cresce insieme alla protagonista; rimane ferito da questo suo faticoso viaggio verso le stelle. Vive la storia di Anna come fosse la storia della propria sorella e ne soffre il finale in prima persona….in modo profondo e personale.