A passeggio con la mia città

Stai dormendo città?
Ti attraverso piano,
nel silenzio del mondo,
nel rumore del vento
e dei grilli
che parlano per te.

 
Il mio passo
prende il ritmo della tua musica:
un corpo che cammina libero.
Finalmente corpo e anima
uniti nella medesima realtà:
silenzio; natura, aria, respiro, sospiro…sorriso.

 
Poi mi giro, ti parlo muto…
…una linguaccia alla mia ombra notturna.

 
“Stai dormendo città?”