Verrà il giorno

Verrà il giorno in cui i suoi occhi
vorranno anche toccarmi.
Verrà il tram del sorriso
e del bimbo ritrovato.
Verrà il padre
che ancora mi bacerà
e mi darà la buona notte.

Verrà il giorno in cui non cercherò più niente.
Il giorno in cui il nulla
non mi dirà più nulla.
Verrà il giorno in cui potrò ancora darle
un “batuffolo di bacio”.
Verrà il giorno in cui il sole
sarà solo sole d’estate
sopra immense spiagge
tenute per mano da un mare azzurro e caldo.

Verrà il giorno in cui i miei occhi
incontreranno il mio sguardo.
Sguardi di colori diversi,
ma la stessa anima.
Verrà il giorno in cui anche i cani
mi coccoleranno.
Verrà il giorno in cui i gabbiani mi saluteranno
con un volo improvviso verso il cielo
per poi passare aggraziati davanti a me.

Verrà il giorno in cui le lacrime dei ricordi
mi faranno sorridere
e sentire le carezze dei ricordi stessi.
Verrà il giorno in cui la musica
mi accompagnerà ovunque
seguendo i miei pensieri e adattandosi a loro.

Verrà il giorno in cui le nuvole passeranno piano
sopra di me…a parlarmi.
Verrà il giorno in cui i sogni
saranno suoni di violino.

Verrà il giorno in cui potrà ancora darmi
un “batuffolo di bacio”.

Muore la penna

Quando vedi, senti,
impari a scrivere le parole che non puoi dire:
cambia casa, cambia mano,
guida sempre in linea retta
pur facendo le rotonde che ti trovi in contromano.

Aspetta il verde
e scavalca il rosso sangue,
fino ad arrivare al foglio bianco
che qualcuno leggerà
e imparerà a capire il senso
di una bocca cucita
ed a strappare i suoi punti morti.

Cambierai città,
metterai il cappello…

…prima di vederti chiuso dentro ad una cassa
di legno massello.

Il pianto libero

Soffoco; apri!

Apri gli occhi ed innondali per me.
Soffoco.
Torna l’amore come non vorrei
nei ricordi malinconici
che di vero hanno poco nulla,
tranne il peso che rinchiude l’ossigeno
in una minuscola gabbia…prima che scoppi.

Allora scoppia!!! Scoppia che è meglio.
Piccola lacrima posso essere per te,
ma muoio anche io se chiusa in una diga
che di me toglie il senso.

Cos’è la pioggia sul viso
se rimpiazzata dal rumore del mare?
Significati diversi,
come il mio pianto libero
rispetto ad un’ondata di dolore.

Guardati…mi senti…ti vedi;
alza gli occhi al cielo
e lasciami scendere…con te

Il sexy avvocato Luca Di Carlo e l’ex Baywatch Pamela Anderson vincono contro il fisco americano

E’ sempre lui nel mirino del gossip internazionale e nelle storie di cronaca rosa con le star più In del palcoscenico mondiale. Parliamo dell’avvocato Luca Di Carlo, che solo qualche tempo fa era stato visto sfrecciare nella periferia di Roma a 300 Km/h, provocando la rincorsa al gossip.  Avvocato e a volte anche fidanzato delle star più in vista del panorama americano, Di Carlo ha vinto, assieme alla sua ex fiamma Pamela Anderson, una causa milionaria contro lo stato americano.

luca5
PAMELA ANDERSON

Il caso vuole che entrambi i protagonisti siano legati da storie parallele che li vedono questa volta incontrarsi in un tribunale americano per varie cause fiscali. Precedentemente Luca Di Carlo aveva avuto un flirt proprio con la bellissima Pamela Anderson e successivamente era stato il suo legale. Oggi vediamo entrambi i personaggi belli ed impossibili affrontare e vincere delle cause legali nate contro di loro. Pamela Anderson avrebbe infatti dovuto versare al fisco 370 mila dollari, vedendosi quindi costretta a vendere la sua villa a Malibù, ma la lotta e la capacità professionale dei suoi legali l’hanno salvata, dimostrando l’insostenibilità dell’accusa.  Ora però la scintillante Pamela Anderson, che ricordiamo come bagnina nella serie tv Baywatch e in spogliarelli più o meno integrali in feste private, come quello del compleanno del papà di Playboy Hugh Hefner, dovrà affrontare un’altra causa, sempre per sospetta evasione fiscale. 

LUCA DI CARLO e ILONA STALLER
LUCA DI CARLO E ILONA STALLER Opera by Ilona Staller

Luca Di Carlo invece non ha dovuto solo tutelare la figura dei Vip internazionali, ma anche la sua figura, forse troppo ribelle o fastidiosa per qualcuno, che ha portato lo stato americano ad aprire una pratica contro di lui per una sospetta evasione fiscale per un totale di 177 mila dollari, causa che lo stesso sexy avvocato ha vinto in questi giorni.  Luca  Di Carlo è il famoso avvocato avvolto anche nelle vicende amorose tra cui  l’ex pornostar e sempre eroina mondiale Ilona Staller, in arte Cicciolina, un altro flirt con l’avvenente ed altrettanto ribelle Sara Tommasi ed il bacio appassionato catturato dai paparazzi che vedono il sexy avvocato scambiarsi un tenero bacio con Paris Hilton, la diavoletta mediatica. Personaggi sempre sull’onda della popolarità e del gossip, ma che spesso incorrono in problemi legali che poi si rivelano irrilevanti.

 

3 LUCA DI CARLOOra ci chiediamo quale sia il legame tra popolarità e giustizia e se questa non sia spesso legata dall’invidia, che porta molti personaggi in vista del mondo dello spettacolo o del gossip mediatico ad essere attaccati solo per cercare di distruggerli finanziariamente e vedere cosi in ribasso la loro popolarità. Possiamo dire che almeno in america la legge funziona?

L’attrice Stefania Pecchini:”In arrivo nuove produzioni e…” L’intervista

Stefania Pecchini, attrice conosciuta al grande palcoscenico teatrale grazie ad opere come “The Gender Show” e “I riverberi del corpo” ed opere cinematografiche come “Sei tutto quello che voglio” del regista Dado Martino, prodotto che si aggiudica anche il premio “Pellicola d’oro 2016”. L’attrice sarà sui grandi schermi cinematografici  con il film “Milano in THE CAGE” del regista Fabio Bastianello, ma non si ferma qui. Cogliamo l’occasione per un’intervista diretta a Stefania Pecchini per scoprire i suoi nuovi lavori e…

 
Stefania partiamo subito da una notizia dell’ultima ora: tu devi fare un provino per il sequel di un film dell’anno scorso, ci puoi svelare di che film si tratta?

 
Visto che si tratta di un provino, per scaramanzia preferirei non dire ancora nulla. Si tratta di un film drammatico dove amore e malavita tirano le fila come nel precedente. Nel cast nomi importanti del cinema italiano…… Per il resto…. Incrociamo le dita!!!

 
Il mondo del teatro è la passione che hai coltivato già da molto giovane, come la musica, il pianoforte. Ti senti geneticamente un’artista?

L’arte, la voglia di esprimermi artisticamente e di dare emozioni hanno sempre fatto parte di me fin dalla tenera età. Sono passati parecchi anni ma l’entusiasmo quando recito e’ rimasto lo stesso di allora.

Ti piace leggere?

Adoro leggere e appena posso lo faccio soprattutto la sera prima di dormire, infatti sul mio comodino puoi trovare diversi libri in corso di lettura.

Sei un’artista che ha molto da raccontare, hai mai pensato di scrivere un libro?

 Per quanto riguarda lo scrivere in molti mi chiedono di scrivere un libro sulla mia vita ma sinceramente non ne sarei capace…… Se qualcuno vuole scrivere per me, io racconto.

 

pecchini2
E’ in uscita il film ” MILANO IN THE CAGE” un film a quanto pare non facile e molto intenso, ci puoi raccontare di cosa parla ed il tuo ruolo?

Milano in The Cage parla e racconta il lato oscuro della Milano che di notte si trasforma dove droga, prostituzione e lotte fra gang prendono vita raccontata con gli occhi del protagonista un lottatore di MMA. L’unico film il cui finale è stato scritto da un vero incontro di combattimento nella gabbia. Il mio ruolo? Un ruolo che contrasta e sta al l’opposto del mio essere: interpreto una prostituta.

Nel film “Sei tutto quello che voglio” interpreti un Angelo, buono o cattivo? Come ti sei trovata in quell’interpretazione?

Interpreto un angelo viaggiatore che viene sulla terra per condurre nell’aldilà il povero protagonista che morto a seguito di un incidente stradale non ne vuole sapere di lasciare la sua amata fidanzata e cerca di sfuggirmi in tutti i modi. È’ stata la mia prima esperienza da attrice coprotagonista su un set cinematografico ed è stato fantastico!

Preferisci dirigere o essere diretta sul set?

Essere diretta, sicuramente! Dirigere lo lascio fare a chi lo sa fare.

Cosa cambia nel modo di lavorare nel teatro e nel cinema, quali tensioni si diversificano tra loro?

Il teatro è emozione e adrenalina dal primo all’ultimo secondo di quando entri in scena. Senti gli occhi, il respiro e le emozioni del pubblico che ti guarda sulla pelle e l’applauso finale ti ripaga di tutti i sacrifici fatti.
Il cinema ha altre tempistiche. Vivi l’attimo del ciak che ha una durata relativamente breve e in quel momento ci metti tutta te stessa. E se si sbaglia…. Si ripete.

Ti piacerebbe dirigere un film tutto tuo? Che genere sarebbe?

Dirigere no ma interpretare si un film sulla mia vita tratto dal libro che dovrei scrivere di cui ti accennavo sopra.

Hai anche un viso che esce dallo schermo e si presta volentieri alla televisione. Hai mai pensato ad un talent come presentatrice?

Sinceramente no perché le mie attenzioni artistiche sono rivolte alla recitazione e vorrei riuscire a fare bene quello, poi nella vita non si sa mai, adoro le sfide e sicuramente ad una proposta del genere non direi certo di no!

Che tipo è Stefania Pecchini?

Una persona semplice che come tanti si impegna per non sprecare l’unica vita che ci è stata data cercando di fare ciò che mi appassiona e mi dà soddisfazione. Mi ritengo una persona determinata e sicura di se con un cuore altruista senza limiti. Ho un sorriso sempre per tutti. Amo la vita e questa mia gioia la trasmetto anche agli altri.

pecchini

Stai lavorando per nuove produzioni?

Si! A teatro sto preparando un’opera di Moliére “Le Intellettuali” che porterò in scena a giugno e sempre a giugno tornerò al Teatro Franco Parenti di Milano con lo spettacolo rielaborato di “Dell’essere padri” tratto dal The Gender Show andato in scena sempre al Franco Parenti a gennaio di quest’anno.
Per quanto riguarda il cinema questa estate sarò sul set tra i protagonisti di un nuovo film a tema sociale dal titolo “Come stanno i miei piccoli” per la regia di Paolo Mariello.
Reciterò al fianco di bravissimi attori tra cui Costantino Comito attore di teatro, cinema e televisione ( Squadra Antimafia, Il Capo dei Capi, Rex, Questo è il mio paese.
Insomma tanta responsabilità ma sicuramente anche tante soddisfazioni!

Hai mai avuto paura di sbagliare a teatro?

Certo! Sai che andrà tutto bene perché in quel momento non sei tu ma il personaggio che stai rappresentando, però l’adrenalina la sentì e il cuore inizia a fare il matto!! Gli imprevisti possono succedere e bisogna essere sempre pronti a ritornare sui giusti binari.

Stefania, hai studiato e ti sei impegnata nella tua arte già da adolescente, come ti vedi ora? Sei soddisfatta di te stessa?

Ho studiato e sto continuando a studiare, in questo mestiere non si è mai bravi e preparati abbastanza. Soddisfatta …… parola grossa per me, sono molto critica con me stessa e difficilmente mi accontento dei miei risultati, infatti quando mi chiedono “come è andata”? Rispondo “poteva andare meglio!”

La domanda che facciamo spesso ai nostri Vip: “L’amore è…?

L’amore è…? Tutto!! L’amore è la vita, l’amore sono i miei due figli! E’ l’impegno che ci metto in tutto quello che faccio, è il buongiorno e i sorrisi del mattino, l’amore è la persona fantastica con cui condivido la mia vita…… Ma qui ti lascio……. entriamo in un mondo che è solo mio!

 

pecchini4

Ti ringrazio per la gentile intervista e ti porto il saluto di tutti i tuoi
fan.

 

Grazie a voi e un abbraccio a tutti.